giornata arca

modificato ottobre 2018 in Camper Bar
ho visto che sabato e domenica c'è porte aperte per dimostrazione camper ARCA , per mia esperienza personale su mezzo motorhome H699 GLG immatricolato marzo 2018 posso solo dire che dovrebbero vietare la vendita per legge, tanto per capirci ho mandato due pagine di pc di reclamo ma negativo io spero con tutto il cuore che mandino a spasso TUTTI GLI OPERAI e chi comanda.Iniziamo con dopo un km perdevo cofano bullone non avvitato, frecce impazzite.prima uscita non scende parabola 4 bulloni che la tengono lente e un bullone tolto e incastrato in modo da bloccarlo.seconda uscita partenza per Rimini mi accingo a fare pieno gasolio tubo del serbatoio staccato con conseguenza dieci cm di gasolio in cabina, puzza di gasolio ancora adesso che aspetto che arrivi mochette per sostituirla.terza uscita tubo del gas perde, cosa faccio taglio e accorcio e metto fascette.camper omologato per quattro posti ma in realtà è solo per due in quanto tavolo dinette enorme e non c'è possibilità di sedersi se uno guida, ma io mi domando l'ingegnere della motorizzazione che ha firmato quella mattina cosa ha visto.sedite passegero non si gira del tutto, viti corte dove servono lunghe e lunghe dove servono corte ( svita togli e rimetti ) serbatoio acque con residui di plastica e intasano rubinetto ( non scende acqua chiara ) letto basculante fatta fare modifica che traballava mentre si camminava, poggiatesta della dinette storto (inclinato ) più di tre cm su una lunghezza di 90 sai come si vedeva, pezzi di velcro avvitati sulle pareti per fermare i cuscini peccato che dove sono NON servono a nulla e per giunta hanno provato a fare quattro o cinque fori per ogni velcro.purtroppo c'è ancora dell'altro ma dovrei girare , girare pagina.Comunque sono in attesa che arrivi il materiale dalla casa per i lavori ( tavolo, moquette, modifica frecce, tubo gas,eccccc ) da mese di marzo 2018.ADESSO DITEMI SE POSSO PARLARE BENE DELL'ARCA.

Commenti

  • modificato 14:28
    Ciao, buonasera, caspita stiamo parlando di un mezzo nuovo. Ti do pienamente ragione per il tuo sfogo e mi dispiace ... Mi chiedo chi ha verificato il mezzo prima di metterlo su strada ... Da denuncia.
    Lasercar 620 Caserta
  • modificato 14:28
    Ciao ho allertato i miei contatti in ARCA vediamo se ci rispondono, abbi pazienza che c'è la fiera a Barcellona.
    “La mia casa continuerà a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere.” 

    CHE GUEVARA
  • modificato 14:28
    non rispondono provato e riprovato a contattarli e LORO COSA FANNO, MI SPEDISCONO A CASA UN DEPLIANS penso che siamo arrivati a sei o sette ( ora non li conto più ) .Mi sono presentato alla fiera di Parma ma nessuno mi ha indicato i responsabili.Interpellato anche avvocato è giustamente riferisce che siamo in Italia e prima che finisca la faccenda passeranno una decina di anni .NON CHIEDETEMI A COSA STO' PENSANDO.
  • modificato ottobre 2018
    Egregio Plane 369La moderazione comprende il suo sfogo e, come le ha già detto qualcuno, si farà il possibile perché lei possa avere soddisfazione.Tuttavia la sua frase "io spero con tutto il cuore che mandino a spasso TUTTI GLI OPERAI e chi comanda." è completamente fuori luogo, specialmente in un periodo in cui la disoccupazione è piuttosto alta.Siamo lieti che lei abbia messo a conoscenza la redazione di Camper Life della sua disavventura. Questo ci permette di fare interventi mirati verso i costruttori, ma per favore,in futuro, si astenga dal fare commenti inopportuni.Cordiali saluti
  • modificato 14:28
    egregio moderator la frase non è fuori luogo perchè visto la situazione di disoccupazione uno cerca di tenersi il posto di lavoro e non di fregarsene degli altri e lavorare almeno sufficiente, io da operaio qual'ero se mi dicevano di avvitare un bullone lo facevo, provate a viaggiare con bullone sulla ruota lento, e poi se ci riesce ringrazi .Purtroppo sulla sicurezza non ci si può scherzare. Una curiosità su questo camper E' VIETATO PORTARE I BAMBINI, NON SI POSSONO MONTARE I SEGGIOLINI.
  • modificato 14:28
    plane369 ha scritto:
    egregio moderator la frase non è fuori luogo perchè visto la situazione di disoccupazione uno cerca di tenersi il posto di lavoro e non di fregarsene degli altri e lavorare almeno sufficiente, io da operaio qual'ero se mi dicevano di avvitare un bullone lo facevo, provate a viaggiare con bullone sulla ruota lento, e poi se ci riesce ringrazi . Purtroppo sulla sicurezza non ci si può scherzare. Una curiosità su questo camper E' VIETATO PORTARE I BAMBINI, NON SI POSSONO MONTARE I SEGGIOLINI.
    io credo che tu abbia perfettamente ragione, qui la colpa è delle maestranze ma anche di chi comanda , per cui hai fatto bene ad esternare questa tua insoddifrazione, e certe realtà se seguono questi standard forse devono veramante sparire, comunque qui dalle mie parti uno ha comprato un mezzo simil tuo ed ha più o meno gli stessi problemi per cui mi sa che non sono così rare, è un peccato che in tempi non proprio di gloria ci sia che disprezza il suo posto di lavoro, forse non sono ben consapevoli che il bene più prezioso di un azienda sono i clienti, magari andrebbero informati un pochino
  • modificato 14:28
    Comunque plane, nei tuoi confronti la responsabilità è di chi ti ha venduto il camper che ha sua volta si rivarrà su Arca. Non lasciarti invischiare nello scarica barile delle responsabilità. Tu devi solamente dialogare con il venditore e non con il produttore, questo è quanto dice la legge.E' successo anche a me, quando ho comprato il mio camper attuale. Il venditore ha cercato in tutti i modi di scaricarsi la responsabilità, ma io sono stato irremovibile ed alla fine il venditore s'è dovuto rassegnare a effettuare le riparazioni e a sostenerne le spese.
  • modificato 14:28
    So perchè sono in copia alle varie comunicazioni che un responsabile tecnico di ARCA ha chiamato Plane369 per un incontro in un officina esterna per valutare i problemi lamentati e non risolti dal concessionario.Sicuramente ARCA troverà una soluzione, ne sono certo.
    “La mia casa continuerà a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere.” 

    CHE GUEVARA
  • modificato ottobre 2018
    Brianzagolf ha scritto:
    So perchè sono in copia alle varie comunicazioni che un responsabile tecnico di ARCA ha chiamato Plane369 per un incontro in un officina esterna per valutare i problemi lamentati e non risolti dal concessionario. Sicuramente ARCA troverà una soluzione, ne sono certo.
    prima di emettere sentenze è meglio aspettare perchè di parole se nè dicono TANTE ma poi i fatti ti contraddicono.Tanto per tenervi informati io a quelli dell'arca ed al venditore ho iniziato a mandare Email su Email dal 29 marzo 2018 e solo ora si sono fatti vivi quanti mesi sono passati.Pensate che alla fiera di Parma ho chiesto di indicarmi i responsabili, per parlarci ma non hanno voluto dirmelo ( i venditori e signorina del bancone ).Risultato del sottoscritto 500 km per NULLA
  • modificato 14:28
    anch'io ti dico la mia ma penso te l'abbiano già detta... i 500 km potevi farli per andare dal venditore a discutere la cosa, visto la loro assenza alle risposte magari con un avvocato..Come ti hanno detto prendi il venditore per il "colletto" ciao buona fortuna
  • modificato 14:28
    Io al posto suo avrei scritto anche di peggio.Comunque DOMANI ASSOLUTAMENTE LE TELEFONIAMO PER CONCLUDERE LA SITUAZIONE VISTO CHE E' UN PO' CHE LA TIRIAMO AVANTI.Parole responsabile ARCA.IO non ho più sentito NESSUNO.Come al solito dimostrano sempre di più che sono ditte POCO SERIE ( per non dire altro ma è quello che pensate ).Caro amministratore visto cosa vuol dire vendere frottole alla fine uno cui si incazza ancora di più.
  • modificato 14:28
    Io fossi in te una capatina al sito di produzione la farei e parcheggerei il mezzo proprio davanti ai cancelli!Inoltre, aprendo il sito di Arca, mi è saltato subito all'occhio che si tratta di una s.r.l. con capitale sociale di soli 100.000 €uro e ciò mi lascia molto da pensare...
  • modificato 14:28
    plane369 ha scritto:
    Io al posto suo avrei scritto anche di peggio.Comunque DOMANI ASSOLUTAMENTE LE TELEFONIAMO PER CONCLUDERE LA SITUAZIONE VISTO CHE E' UN PO' CHE LA TIRIAMO AVANTI. Parole responsabile ARCA. IO non ho più sentito NESSUNO. Come al solito dimostrano sempre di più che sono ditte POCO SERIE ( per non dire altro ma è quello che pensate ). Caro amministratore visto cosa vuol dire vendere frottole alla fine uno cui si incazza ancora di più.
    Senti mi sembra che ti si stia aiutando e mi sembra che grazie al nostro intervento ti abbiano chiamato e sicuramente interverranno e ti richiameranno, però sai oltre al tuo camper c'è altro: è finita settimana scorsa la fiera di Parigi e oggi è iniziata quella di Barcellona.Io al tuo posto avrei ringraziato Camperlife al posto di continuare a sentenziare e sparare su tutto.Ricordati che il tuo interlocutore è il concessionario e nessun altro. Se la casa madre interviene al suo posto lo fa solo per farti un favore, è la legge informati.Detto ciò se hai pazienza qualche giorno ok altrimenti vai alla concorrenza ad "incazzarti" che qui chiuderanno il post, perchè onestamente credo che tu abbia superato il limite...
    “La mia casa continuerà a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere.” 

    CHE GUEVARA
  • modificato 14:28
    mi hai scritto in privato dicendomi di elogiare la ditta che si sono messi a disposizione cosa che il sottoscritto ti aveva detto di avere pazienza aspettare a cantar vittoria ma hai messo in piazza il tutto e questo che contesto.
  • modificato 14:28
    Piswiz ha scritto:
    IInoltre, aprendo il sito di Arca, mi è saltato subito all'occhio che si tratta di una s.r.l. con capitale sociale di soli 100.000 €uro e ciò mi lascia molto da pensare...
    L'Arca però fa parte del gruppo Trigano e quindi ben spondata e non credo che, con gli interessi che questo gruppo ha sul mercato dei vr, voglia perdere credibilità per colpa dell'Arca.Ad ogni modo, come è già stato detto e ripetuto, la responsabilità verso il cliente finale è del concessionario. Aeca interviene solamente in seconda battuta.
  • modificato 14:28
    il concessionario (giustamente e in prima battuta ) ma il mezzo deve essre modificato per accedere ai posti posteriori e questo è di competenza della ditta e non del venditore.
  • modificato 14:28
    plane369 ha scritto:
    il concessionario (giustamente e in prima battuta ) ma il mezzo deve essre modificato per accedere ai posti posteriori e questo è di competenza della ditta e non del venditore.
    Certamemte, è la ditta costruttrice che eseguirà il lavoro, ma comunque la responsabilità è sempre del venditore. E' lui il titolare del contratto.
  • modificato 14:28
    Roussillon ha scritto:
    L'Arca però fa parte del gruppo Trigano e quindi ben spondata e non credo che, con gli interessi che questo gruppo ha sul mercato dei vr, voglia perdere credibilità per colpa dell'Arca. Ad ogni modo, come è già stato detto e ripetuto, la responsabilità verso il cliente finale è del concessionario. Aeca interviene solamente in seconda battuta.
    Non metto in dubbio che Arca debba assolutamente rimanere ancora un marchio credibile, però mi fa strano che, probabilmente per qualche contorta strategia di mercato, Trigano abbia ridimensionato questo prestigioso costruttore relegandolo ad una sorta di "comprimario" della nuova famiglia allargata.Anche Laika è entrata a far parte di Erwin Hymer Group, ma la sua struttura societaria non è variata e mi sembra che sia stata anche in grado di mantenere il suo status sociale, pur dovendosi confrontare con marchi di assoluto valore all'interno del gruppo stesso.Correggetemi se sbaglio.
  • modificato ottobre 2018
    plane369 ha scritto:
    mi hai scritto in privato dicendomi di elogiare la ditta che si sono messi a disposizione cosa che il sottoscritto ti aveva detto di avere pazienza aspettare a cantar vittoria ma hai messo in piazza il tutto e questo che contesto.
    Dopo aver fatto una cosa per te, potevo tranquillamente non farlo, e dopo che sei stato contattato da Arca ti ho scritto di scriverlo sul forum visto che lamentavi la mancanza di contatti. Non dovevi dire chi ssa che solo che grazie al ns. intervento eri stato contattato.Ora meglio che non ti dico cosa penso di te ti offenderesti, ma come ti ho detto scrivi ancora una cosa fuori dalle righe e spariscono il post e te.e con questo chiudo.Brianza
    “La mia casa continuerà a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere.” 

    CHE GUEVARA
  • modificato 14:28
    come già detto ho solo chiesto di avere un pò pazienza in quanto se le cose avessero avuto il suo corso avrei scritto il tutto sul forum come finiva la storia ma hai voluto anticipare ma alla fine non si è concluso nulla sono ancora qui ad aspettare. Non penso che stia offendendo qualcuno stò solo mettendo in piazza quello che stà accadendo e null'altro.
  • modificato 14:28
    Questo è quanto sono riuscito a ricostruire sulle controllate del gruppo Trigano in Italia.La Trigano Italia s.p.a., con sede a San Giminiano, ha un capitale sociale di 18.000.000 di Euro ed è proprietaria in modo diretto di Roller Team, Caravan International e Font Vendome, per cui ognuno di questi marchi è coperto direttamente dal capitale sociale della Trigano Italia.Controlla inoltre Sea, con sede a Poggibonsi, che ha un capitale di Euro 752.680,57. A sua volta Sea è proprietaria in modo diretto dei marchi Mobilvetta, Mc Louis ed Elnagh. Il loro capitale è quello della Sea.Arca è stata trasferita dalla via Pontina (RM) a Poggibonsi ed ha mantenuto lo stato giuridico ed il capitale sociale che aveva prima di far parte del Gruppo Trigano. L'Arca non ha uno stabilimento proprio, ma utilizza l'officina, le maestranze e le attrezzature della Sea, alla quale, presumo, paghi i costi per la costruzione di Camper Arca. Non lavora per magazzino, ma sul venduto, per cui non ha praticamente costi di inventario. Tra il 2016 ed il 2017 è passata da un fatturato di 2.899.688 Euro, con una perdita di esercizio 287.504 Euro ad un fatturato 7.166.780 ed un utile netto di 177.749, praticamente lo stesso fatturato di Laika.Fanno parte del gruppo , ma con stato giuridico a se, vi sono ancora Rimor, sempre con sede a Poggibonsi e la Kentucky Camp, anche lei con sede a Poggibonsi.
  • modificato 14:28
    Sei stato molto esaustivo nella tua relazione, ma proprio alla luce dei dati che ci hai fornito, non sembra anche a te che Arca non sia protetta, anzi, sia lasciata un po' in balia delle onde dal gruppo di cui fa parte?Mi viene il dubbio che i cervelli pensanti di Trigano avessero dato quasi per certo il naufragio del marchio, non so se mi spiego, come una scarsa fiducia in un'azienda che ha fatto la storia del plein-air non solo in Italia, ma in tutta Europa!Francesi...P.S.: devo fare una precisazione su Laika, che nel 2017 ha sì registrato perdite per oltre 10milioni di €uro, a fronte però di un fatturato di quasi 120milioni!Direi quindi che la produzione Laika è circa 17 volte quella di Arca...
  • modificato 14:28
    Può darsi che all'inizio dell'avventura con Arca il management di Trigano abbia pensato di relegarla in una nicchia. Il successo avuto, deve però aver fatto cambiare idea.Sul fatturato Laika hai ragione tu, nel 2017 è stato di 119.412.394,00 Euro, ma con una perdita di esercizio di 10.195.980,00. Nel 2016 i dati erano: fatturato 61.050.761,00, perdita di esercizio -11.271.943,00. Non sempre un aumento di fatturato corrisponde un utile di esercizio. Visti i risultati, penso che il gruppo Trigano abbia agito saggiamente.

Lascia un Commento

GrassettoCorsivoCancellatoElenco ordinatoElenco non ordinato
Emoji
Immagine
Allineamento a sinistraAllineamento al centroAllineamento a destraPassa alla visualizzazione HTMLPassa alla visualizzazione pagina interaAccendere/spegnere le luci
Spostare immagine/file