Autosostenibilità in camper

Buongiorno, sono nuova nel forum.Mi piacerebbe acquistare un camper usato ma non ho alcuna esperienza. Ho visto che alcuni modelli sono dotati di pannelli solari e di pannelli fotovoltaici per rendere il camper "piu autonomo" cioè senza la necessità di doverlo attaccare a una presa di corrente. Le domande che vorrei farvi sono queste: è veramente possibile vivere in modo autosufficiente disponendo di tali pannelli o è necessario doversi attaccare alla corrente? 
Nel caso in cui volessi fermarmi in un'area libera senza colonnina per quanto tempo potrei essere indipendente? Ovviamente andando in un camping non avrei questo problema lo so ma qualora mi trovassi in un'area libera per quanto tempo potrei essere indipendente? Riesco ad essere autosufficiente? Grazie a chiunque mi aiuterà. Buona giornata a tutti 
«1

Commenti

  • Ciao, dipende molto da quanto sole c’è, da quanto consumi e da quanto ti sposti (in viaggio la batteria si ricarica) infine a quanto ammonta la tua riserva energetica.
    Purtroppo senza queste informazioni è impossibile rispondere.

    Esempio, in questo momento sono in libera da 8 giorni, non mi sono spostato molto (300km in totale) ma la batteria segna ancora 90% di carica, è normale avendo avuto 8 giorni di sole pieno ed avendo consumi limitati a poche luci la sera e pompa acqua per la doccia.

    In inverno difficilmente riesco a fare più di 3 giorni fermo nello stesso posto, sia perché il pannello solare lavora meno, sia perché i consumi aumentano (stufa h24, illuminazione in funzione per più tempo per via della minore luce naturale) sia perché le batterie a basse temperature rendono meno. Comunque 3 giorni mi sono sufficienti per un week end di sci o per una settimana bianca intervallata da una notte in campeggio.

    In definitiva, in estate potenzialmente potresti avere autonomia illimitata, in inverno o installi 1kw di pannelli solari, o fai 100km al giorno munita di Booster e batterie al litio, o dopo 2 giorni sei a secco...

    Ps la mia dotazione è abbastanza minimale, pannello da 100W con vecchio regolatore pwm da 15a, due batterie agm da 100ah in parallelo, inverter da 500w che uso praticamente mai.
  • Ciao ben arrivata! Si pensa sempre all'autonomia energetica ma nessuno dice che se si viaggia con famiglia è l'acqua a finire per prima. Questo se si cucina in camper e se si usano stoviglie lavabili. Dovendosi spostare per carico e scarico, si carica anche la batteria
    Chausson Titanium 720
  • Vi ringrazio tantissimo per le risposte. La mia idea sarebbe quella di spostarmi dall'Italia perché qui vedo che le cose fanno troppo schifo. Saremmo 2 persone e un bambino. La destinazione sarebbe un paese dove magari anche in inverno le temperature non sono troppo rigide e che sia abbastanza soleggiato. Fare tappa per un periodo dove abbiamo un aggancio e utilizzare il camper prevalentemente per sostare (nella proprietà di questa persona che ci ospiterebbe in cambio di aiuto nella sua tenuta agricolo). Poi una volta acquisita un po di autonomia e pratica cercare casa con terreno nostro.
    L'acqua sicuramente è importantissima ma la preoccupazione maggiore nostra è l elettricità (per frigorifero stufa pompa acqua qualche luce ecc). Ripeto sono proprio zero in questo settore e la nostra sarebbe una scelta dettata dallo consapevolezza di come stanno andando le cose qui in Italia 
  • modificato 23 ottobre
    Devi sapere che il frigorifero trivalente (quelli maggiormente montati sui camper) in sosta consuma gas, non elettricità. Quindi per le utenze base ti occorrono solo un paio di batterie ed un pannello solare. Se vai all'estero devi attrezzarti per le bombole del gas, tipologie e attacchi non sono uguali a quelli che usi in Italia. 
    In bocca al lupo per il vostro progetto! 
    Chausson Titanium 720
  • Federica72 ha detto:
    Devi sapere che il frigorifero trivalente (quelli maggiormente montati sui camper) in sosta consuma gas, non elettricità. Quindi per le utenze base ti occorrono solo un paio di batterie ed un pannello solare. Se vai all'estero devi attrezzarti per le bombole del gas, tipologie e attacchi non sono uguali a quelli che usi in Italia. 
    In bocca al lupo per il vostro progetto! 
    Grazie mille!
  • Non aggiungo nulla di nuovo ma ribadisco che se fai bene i conti potresti cavartela.... Con una buona dose di fortuna determinata dal sole!!  Naturalmente più pannelli metti e più batterie metti maggiore sarà l'autonomia. Frigo e riscaldamento vanno a gas o a gasolio (tranne le ventole per la canalizzazione). Le luci led non consumano nulla.
    L'acqua calda è a gas. 
    Oltre i pannelli ci sono anche altre soluzioni tipo generatore di corrente (a benzina) oppure il sistema efoy che ti rende autonoma. Ma tutto ha un prezzo
  • Ma la cassetta wc e le acque grigie le scaricheresti dalla persona che ti ospita? 
    Chausson Titanium 720
  • Dell'autonomia elettrica ti hanno già parlato, se il riscaldamento è a gasolio scordati di andare oltre le due giornate con una sola batteria.
    Possibile che chi ti ospiterà non abbia la possibilità di fornirti una connessione alla rete elettrica ?

    Spero che tu non la voglia considerare una critica ma ti espongo qualche perplessità.

    Dici che la nostra nazione fa schifo, in un famoso discorso Kenendy disse: "Non chiederti cosa può fare il tuo paese per te, chiediti cosa puoi fare tu per il tuo paese".
    Però ti capisco.
    Ma non credere che all'estero tu possa trovare molto di meglio.
    Ogni paese ha i suoi problemi, te lo dice uno che all'estero ci ha passato parecchio tempo e non per turismo.
    Forse potresti trovare qualcosa di buono nei paesi nordici caratterizzati da un ottimo welfare controbilanciato da invidiabili comportamenti civili.
    Ma pure da problemi di depressione e di alcoolismo diffuso.
    In Francia trovi i gilet jaunes, in Spagna i movimenti autonomi, forse non ci sarebbero se si stesse così bene.

    Quanto al vivere in un camper, ognuno fa come meglio ritiene ma non credere che sia così facile farlo a  lungo.
    Specialmente con un bimbo che necessita dei suoi spazi e della sua libertà. Per non parlare di assistenza sanitaria.
    Immagino che per ora non abbiate problemi di scuola.
    Ma informati prima su quali e quanti sono gli impedimenti e le normative da rispettare pur in una nazione della comunità europea.
    Sai cos'è l'AIRE ?
    Sai a cosa rinunci ?
    Sai cosa devi fare per avere assistenza che vada oltre il pronto soccorso ?
    Sai se il paese che ti ospita prevede un reddito minimo per avere la residenza ?

    E mi fermo qui.



    Raffaele
  • Concordo con Raffaele, l'Italia ha tanti problemi e ormai se ne sono scritte paginate intere, però riesce a compensare con altri aspetti che non sono di certo secondari: istruzione e sanità in primis (se ho bisogno e vado in un pronto soccorso, la prima cosa a cui pensano i medici è curarmi, sembra scontato ma non è così dappertutto) e comunque io nel conto finale ci metto anche aspetti fattori che potrebbero sembrare superficiali: il paesaggio, il clima, la possibilità di reperimento di qualsiasi bene di prima necessità (non scordiamoci che in Gb a causa della Brexit la disponibilità di alcune materie prime non è garantita). La mia breve esperienza: quando ho conosciuto la mia attuale compagna lei viveva a Zurigo da un paio d'anni, aveva ottenuto la residenza, pagava le tasse e l'assicurazione sanitaria, aveva anche ritargato l'auto e il camper, era quindi decisa a rimanerci per un bel po' (forse per sempre?).
    Anche io, le prime volte, quando andavo a trovarla, rimanevo estasiato da come tutto funzionasse alla perfezione, dai trasporti agli uffici della pubblica amministrazione; per non parlare del lavoro e degli stipendi (si, la vita costa molto di piú, ma se tutto costa il doppio e si guadagna il triplo, va bene lo stesso =) ).
    Ecco però che al terzo viaggio avevo già cambiato idea (si perchè oltre il lavoro, lo stipendio, la pubblica amministrazione e i mezzi pubblici c'è ben altro...), e anche lei, al terzo viaggio in Toscana, aveva capito dove avrebbe voluto passare il resto della sua vita. Chiaramente i fattori che vanno a determinare una scelta cosí importante sono soggettivi e incontestabili, e sicuramente in Italia c'è molto da migliorare, ma per quanto riguarda l'estero, non è tutto oro quel che luccica!

    Quanto al vivere in camper, beh io tutte le volte che viaggio ci faccio un pensierino, e dentro di me sono convinto che prima o poi accadrà, quindi non posso che augurarvi buona fortuna per questo progetto di vita!
  • sono stato 18 notti consecutive in libera in 4 in Agosto in Spagna del Nord, ove pioveva un giorno no e due si.
    mai avuto problemi di energia elettrica.
    l'emergenza quantomeno per le nostre abitudini domestiche sono state l'acqua, lo scarico, sygik e autoroute.


  • modificato 25 ottobre
    Spagna del nord in Agosto.
    Dicembre, Girona, appena quaranta chilometri sopra Lloret del Mar. -2°C in una bella mattina di sole.
    Tra lì, Montserrat dove tirava un vento polare e Poblet dove non era da meno tre giorni con stufa accesa.
    Eppure sono tutti posti Catalani, regione mica fredda uno potrebbe aspettarsi.
    Pochi giorni dopo a Valencia si stava benino con una giacca a vento leggera e a Malaga si sudava.
    Quindi dipende da dove vai e quando.




    Raffaele
  • parli con me?
    ognuno risponde in base alla propria esperienza.
    oppure deve sempre specificare "MTravel permettendo"?
    Tu rispondi per te ed io per me.


  • Ora rispondo proprio a te, prima ho semplicemente fatto riferimento a quanto hai detto, in quanto lo considero piuttosto limitativo.
    In caso contrario ti avrei citato e non l'ho fatto, ho solo esposto le mie considerazioni.
    Uno vuole vivere in camper tutto l'anno e tu rispondi con un'esperienza limitata a un paio di settimane estive.

    Quanto al "MTravel permettendo", è solo sintomo della tua costante voglia di attaccarmi.
    Non ti curar di lor ma guarda e passa diceva il sommo. Farò così in futuro.



    Raffaele
  • L'autrice del post ha fatto una domanda ben precisa chiedendo per quanto tempo potrebbe essere indipendente.
    Ed io ho risposto in base alla mia esperienza.
    Mi fai vedere tra le regole del forum dove ho sbagliato?
    Per farmi vedere intendo copiami la regola violata, se la trovi.
    Io l'ho cercata ma non l'ho trovata.
    Casomai tu non te e sia accorto io ti ignoro già da mo.


  • Parlando tra me e me...
    ...che pena.

    Raffaele
  • Casadipi ha detto:
    Non aggiungo nulla di nuovo ma ribadisco che se fai bene i conti potresti cavartela.... Con una buona dose di fortuna determinata dal sole!!  Naturalmente più pannelli metti e più batterie metti maggiore sarà l'autonomia. Frigo e riscaldamento vanno a gas o a gasolio (tranne le ventole per la canalizzazione). Le luci led non consumano nulla.
    L'acqua calda è a gas. 
    Oltre i pannelli ci sono anche altre soluzioni tipo generatore di corrente (a benzina) oppure il sistema efoy che ti rende autonoma. Ma tutto ha un prezzo
    Cosa è il sistema Efoy?
  • Scusatemi, non voglio che per colpa del mio post ci possano essere discussioni tra di voi. 
    Sicuramente ogni paese ha i suoi problemi ma qua in Italia la situazione è pesantissima per i non vaccinati per il discorso green pass obbligatorio anche per lavorare. Stanno calpestando la costituzione in maniera impressionante e io veramente mi sento oppressa.😔
  • mtravel ha detto:
    Parlando tra me e me...
    ...che pena.
    non dirlo a me...non capisco perchè mi devi commentare sinceramente.
    non ti puoi limitare a rispondere ai post?
    no...perche non ci riesci, devi per forza far vedere che hai girato il mondo e bla bla bla.
    ah già i download, dimenticavo.
  • Pestegio ha detto:
    Scusatemi, non voglio che per colpa del mio post ci possano essere discussioni tra di voi. 
    Sicuramente ogni paese ha i suoi problemi ma qua in Italia la situazione è pesantissima per i non vaccinati per il discorso green pass obbligatorio anche per lavorare. Stanno calpestando la costituzione in maniera impressionante e io veramente mi sento oppressa.😔
    tranquilla, il tuo post è molto sensato come anche tutte le risposte che hai ricevuto.
    riguardo a quello che scrivi su green pass e costituzione preferirei non discutere, poichè io mi trovo totalmente in linea con le decisioni del governo, quindi non saprei cosa dire a riguardo.
  • modificato 25 ottobre
    Saro' tosto ma se mi spieghi cosa intendi con "download" magari lo capisco.
    Ti ho gia' detto che non ho commentato te, solo rimarcato che un conto e' agosto, un altro dicembre. 
    Se non capisci tu che dici di essere giornalista cosa sia un commento non so che farci.

    Per l'autore del post: EFOY e' un generatore elettrochimico di elettricita' del tipo "fuel cell".
    Da alcool si ottiene elettricita' lasciando come residuo vapore acqueo e poca anidride carbonica.Controindicazione, costa un botto.
    Quanto alla costituzione, prima di invocarla forse bisognerebbe leggerla.
    Forse ci si accorgerebbe che chi vede lesi i propri diritti e' chi il Green Pass ce l'ha e non il contrario.

    Raffaele
  • non sei tosto.
    quantomeno per me non lo sei. 
  • Per il sistema efoy guarda qui:
    https://www.efoy.com/it/
    Non l'ho mai preso in considerazione per i costi eccessivi. 
    Per quanto riguarda la costituzione quoto mtravel, ma forse è meglio lasciare perdere almeno qui sul forum, rischiamo di litigare ancora di più 
    Una domanda? Ma vuoi scappate dall'Italia per colpa del green pass? E chi ti dice che non lo adotterà più avanti anche il paese che hai scelto come meta? 
  • Intendevo che talvolta faccio fatica a capire.
    Ma non devo essere l'unico.
    In ogni caso continuo a non capire cosa si intenda per "download".
    In mancanza di spiegazioni sensate me ne faro' una ragione.

    Raffaele
  • Raffaele, i download credo che siano quelli che tu citi, numerandoli, relativamente ai tuoi diari di viaggio
    Chausson Titanium 720
  • Cosa mi tocca leggere..... Una volta si scappava dall'Italia per mancanza di lavoro, adesso che bene o male il lavoro c'è, si scappa perché per lavorare serve il green pass...... Beh, buona fortuna.
    Rapidò 890F

    La vita inizia dove finisce la tua comfort zone....
    https://www.flickr.com/photos/goose80/
  • Ah ecco. Grazie Federica per avermi chiarito l'arcano.

    A  suo tempo avevo solo detto di non aver bisogno di pubblicita' come qualcuno pensa.
    Si e' sempre trattato di puro volontariato quindi...
    ...se sono serviti anche solo all'1% di chi li ha scaricati la cosa mi basta.

    Il resto e' cattiveria gratuita.


    Raffaele
  • Mah... che dire....
    Pensi di scappartene dal tuo paese, per quanto sfasciato possa essere, per andartene a vivere in un paese straniero, stabilmente dentro un camper, senza nemmeno una grandissima esperienza a quanto si capisce dalle tue domande, con un bambino al seguito, perché in Italia c'è il green pass? A parte che il green pass tipo Italia tempo qualche mese e vedrai che te lo ritrovi nella maggior parte dei paesi Europei, aspetta solo che si alzino un po' i contagi, cosa che sta già succedendo un po' dappertutto, Italia e forse Spagna escluse per adesso, cmq a parte questo il green pass te lo possono chiedere alle frontiere o in molte altre occasioni per viaggiare e in ogni caso se non c'è il green pass ci sono i tamponi per certificare la negatività al virus che sono necessari dappertutto in determinate circostanze della vita di tutti i giorni, non è che è una prerogativa solo italiana eh.
    Pensavo ci fossero altre motivazioni per questa tua necessità di fuga, comunque è una tua scelta e va in ogni caso rispettata, anche se non condivisa, e ti faccio dunque i miei auguri perché tu possa trovare una strada ed un paese migliore di quello che ti appresti a lasciare. 
    Per te e per il tuo bambino. Ciao.
  • pestegio, giusto per capire, quando intendi che questo paese fa schifo a cosa ti riferisci?




  • Ho letto tutti i commenti ora. A prescindere da come ognuno la pensi in merito al vaccino (rispetto qualsiasi scelta ci mancherebbe assolutamente) io non trovo sia giusto che una persona che decide di non fare il vaccino per un qualunque motivo, per non perdere lo stipendio e rischiare il posto di lavoro debba esser costretta a sottoporsi a tamponi ogni 48 ore a 15 euro. Questo in risposta a chi dice che qui il lavoro c'è e che è assurdo pensare di andar via. Sono 120 euro o più al mese tolti a una famiglia. Qua non si parla più di ristorante pizzeria cinema ecc ma del diritto al lavoro. Probabilmente anzi sicuramente il certificato verde verrà esteso in altri paesi ma al momento un uso così opprimente io lo vedo solo qua. (Ho amici che vivono in altri paesi europei). Riguardo al vivere in camper non sarebbe una scelta di vita definitiva. È ovvio che non è il massimo vivere in poco spazio ma sarebbe una cosa provvisoria prima di potersi sistemare meglio.
    Ad ogni modo grazie ancora a tutti per i consigli:-) 
  • diciamo che in linea di massima il tuo ragionamento non fa una piega, semmai l'errore è alla fonte: il vaccino avrebbe dovuto essere obbligatorio senza se e senza ma. punto. chi non può farlo per motivi clinici è un altro discorso, tutti gli altri abili e arruolati. ma come sempre siamo governati da paraculi, quindi per non fare obbligatoria una cosa hanno rigirato la frittata sul cittadino che si vede costretto a casi come il tuo.
    poi è chiaro che se uno, ad oggi, ha scelto consapevolmente di non fare il vaccino, beh, non è una scelta che io rispetto (parliamo della salute di tutti, non è una cosa personale) e quindi bisogna assumersene tutte le conseguenze (vedi tamponi ogni 48h).

    in ogni caso in bocca al lupo per tutto.
    Rapidò 890F

    La vita inizia dove finisce la tua comfort zone....
    https://www.flickr.com/photos/goose80/

Lascia un Commento

GrassettoCorsivoCancellatoElenco ordinatoElenco non ordinato
Emoji
Immagine
Allineamento a sinistraAllineamento al centroAllineamento a destraPassa alla visualizzazione HTMLPassa alla visualizzazione pagina interaAccendere/spegnere le luci
Spostare immagine/file