Gruppo Hymer di nuovo assente al Salone del camper?

E' vero?
Chausson Titanium 720

Commenti

  • Domanda che non mi togliera' il sonno.

    Raffaele
  • si si confermato tutto il gruppo assente com dichiarato due saloni fa
    La mia casa continuerà  a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere. 

    CHE GUEVARA
  • Due anni fa la scusa era il Covid, quest'anno invece? 
    Chausson Titanium 720
  • mtravel ha detto:
    Domanda che non mi togliera' il sonno.
    😂
  • Casadipi ha detto:
    mtravel ha detto:
    Domanda che non mi togliera' il sonno.
    😂
    A dire il vero me l'ha tolto.
    Ho passato la notte a domandarmi perché Federica che sta ancora aspettando il camper nuovo stia già pensando alla prossima fiera.

    Più seriamente secondo me il covid non c'entra più. Hymer è ormai americana e gli yankees lavorano sulle statistiche.
    Forse le fiere non valgono l'investimento.
    Superfice, allestimento stands, bisarche, personale in trasferta (un direttore marketing certo non dorme e mangia in camper), tonnellate di depliants, pubblicità, inviti, gadgets, eccetera.
    Senza contare che Parma capita subito dopo quella ben più importante di Dusseldorf (anche se al momento non mi risulta che ci sia già la lista degli espositori).




    Raffaele
  • Federica72 ha detto:
    Due anni fa la scusa era il Covid, quest'anno invece? 
    come ha ben detto qualcuno la Hymer oramai è americana e gli americani dei nostri saloncini di provincia interessa un bel niente, in effetti poi hanno ragione loro
  • mtravel ha detto:
    Casadipi ha detto:
    mtravel ha detto:
    Domanda che non mi togliera' il sonno.
    😂
    A dire il vero me l'ha tolto.
    Ho passato la notte a domandarmi perché Federica che sta ancora aspettando il camper nuovo stia già pensando alla prossima fiera.

    Più seriamente secondo me il covid non c'entra più. Hymer è ormai americana e gli yankees lavorano sulle statistiche.
    Forse le fiere non valgono l'investimento.
    Superfice, allestimento stands, bisarche, personale in trasferta (un direttore marketing certo non dorme e mangia in camper), tonnellate di depliants, pubblicità, inviti, gadgets, eccetera.
    Senza contare che Parma capita subito dopo quella ben più importante di Dusseldorf (anche se al momento non mi risulta che ci sia già la lista degli espositori).



    Per appassionati del settore come noi è una vera perdita che metà dei produttori non esponga le novità nella vetrina italiana che è il Salone del Camper a Parma.
    Che la fiera sia un costo non c'è dubbio, anche se dallo scorso salone sono tornata molto più leggera degli altri anni: pochissimi cataloghi, solo biglietti da visita con QR code, tutto on line. E pochi addetti, per parlare con qualcuno code infinite.
    Però, vista la carenza di camper esposti dai concessionari, praticamente era l'unica possibilità per vedere dal vivo dei mezzi; considerata la quantità di gente che si sta avvicinando a questo comparto, è un vero peccato che conosca solo Trigano.
    Probabilmente si prevede un ritardo tale nella produzione che il gruppo ha pensato di tutelarsi evitando di creare aspettative inutili nei clienti potenziali, cercando di soddisfare quelli che hanno già ordinato e attendono da tempo e assorbendo poi quelli che comprano comunque sulla carta dai concessionari, fidandosi del brand.
    Questo non fa ben sperare per il prossimo futuro...
    Chausson Titanium 720
  • mettetevelo bene in testa in italia le fiere per come si intendono ai più sono finite le fierette italiane sono poco più che fierette di paese dove nessuna casa madre esporrà più, tanto per dirla chiara queste fiere vengono visitate da gente che cerca gadget e cosucce in omaggio ma ben poca gente del settore e alle case madri interessa ben poco l'acquirente finale, che nel più dei casi fà solo perdere tempo e costi elevati per seguirlo in fiera, per fare questo ci sono i concessionari, alle case madri interessa esporre in fiere dal peso internazionale frequentate da chi è del settore e magari è interessato alla commercializzazione, le fiere internazionali sono per personaggi del settore, per il pubblico ci sono le fiere paesane tipo quelle italiane dove espongono i distributori o i concessionari dove  il cliente finale è il valore aggiunto, basta vedere i vari saloni dell'auto del veicolo industriale delle costruzioni, sono ben ben pochi i saloni sopravvissuti in italia e forse tra poco anche quei pochi spariranno, per un infinita serie di motivazioni tra le quali la cattiva organizzazione la cattiva macchina dell'accoglienza, chi va a partecipare ad una fiera sia ad esporre che visitarla professionalmente non và in vacanza per cui di tutta la decantata bellezza italiana e la nostra cucina interessa ben poco a chi partecipa interessano i servizi la mobilità il resto a cui noi italiani tanto ci appelliamo è turismo per cui ai professionisti non interessa se vogliono quello vanno in un agenzia di viaggi e si fanno una vacanza, ma lavorare in un settore è ben altra cosa
  • camperlento_1 ha detto:
    mettetevelo bene in testa in italia le fiere per come si intendono ai più sono finite le fierette italiane sono poco più che fierette di paese dove nessuna casa madre esporrà più, tanto per dirla chiara queste fiere vengono visitate da gente che cerca gadget e cosucce in omaggio ma ben poca gente del settore e alle case madri interessa ben poco l'acquirente finale, che nel più dei casi fà solo perdere tempo e costi elevati per seguirlo in fiera, per fare questo ci sono i concessionari, alle case madri interessa esporre in fiere dal peso internazionale frequentate da chi è del settore e magari è interessato alla commercializzazione, le fiere internazionali sono per personaggi del settore, per il pubblico ci sono le fiere paesane tipo quelle italiane dove espongono i distributori o i concessionari dove  il cliente finale è il valore aggiunto, basta vedere i vari saloni dell'auto del veicolo industriale delle costruzioni, sono ben ben pochi i saloni sopravvissuti in italia e forse tra poco anche quei pochi spariranno, per un infinita serie di motivazioni tra le quali la cattiva organizzazione la cattiva macchina dell'accoglienza, chi va a partecipare ad una fiera sia ad esporre che visitarla professionalmente non và in vacanza per cui di tutta la decantata bellezza italiana e la nostra cucina interessa ben poco a chi partecipa interessano i servizi la mobilità il resto a cui noi italiani tanto ci appelliamo è turismo per cui ai professionisti non interessa se vogliono quello vanno in un agenzia di viaggi e si fanno una vacanza, ma lavorare in un settore è ben altra cosa
    In realtà a Dusseldorf vengono venduti tanti camper, circa il 50% di quelli dei paesi del gruppo tedesco, anche in Italia questa cosa avveniva, ma i numeri erano molto più piccoli. Hymer faceva le fiere solo per non essere inferiore a Trigano, ma con la scusa della pandemia hanno deciso di farle solo bimestrali  e forse fanno bene visto che in Italia anche lo scorso anno si sono venduti i soliti 7000 pezzi contro i 45000 della germania,35000 della francia etc.....
    La mia casa continuerà  a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere. 

    CHE GUEVARA
  • e ci guarderemo gli altri, chissene.
    sai che sofferensa.
    un mezzo vale l'altro alla fine, sono appena rientrato da un evento sportivo in Germania, ero parcheggiato in mezzo a N&B, Hymer, Carthago, Rimor, Mobilvetta, Roller Team e si faceva tutti esattamente le stesse cose.


  • Misterpixel ha detto:
    e ci guarderemo gli altri, chissene.
    sai che sofferensa.
    un mezzo vale l'altro alla fine, sono appena rientrato da un evento sportivo in Germania, ero parcheggiato in mezzo a N&B, Hymer, Carthago, Rimor, Mobilvetta, Roller Team e si faceva tutti esattamente le stesse cose.


    vabbe come una panda e una mercedes tutte e due hanno 4 ruote e fanno tranquillamente milano roma, ma come ...
    La mia casa continuerà  a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere. 

    CHE GUEVARA
  • il paragone non sta minimamente in piedi, considerato che per fare milano roma in autostrada si deve viaggiare, per stare fermi in una area camper collegati alla corrente a:

    mangiare
    bere
    cacare
    dormire
    chiaccherare

    a bordo di un N&B o di un CI, poco cambia.

    ma mi rendo conto che per voi giornalai di settore l'etichetta sia ben più importante della sostanza.
    d'altronde è il vs mestiere.
  • Brianza ha detto:
    Misterpixel ha detto:
    e ci guarderemo gli altri, chissene.
    sai che sofferensa.
    un mezzo vale l'altro alla fine, sono appena rientrato da un evento sportivo in Germania, ero parcheggiato in mezzo a N&B, Hymer, Carthago, Rimor, Mobilvetta, Roller Team e si faceva tutti esattamente le stesse cose.


    vabbe come una panda e una mercedes tutte e due hanno 4 ruote e fanno tranquillamente milano roma, ma come ...
    con questa te le sei tirate addosso, in parte hai ragione ma sui mezzi moderni un pò meno visto che nella sostanza usano gli stessi accessori le stesse meccaniche e la differenza sta nel blasone e in pochissime altre cose e qualche banalità ben alimentate dal marchio e dallo spirito di appartenenza che se la tirano, poi magari sono a fare il giro del mondo per il prezzo esorbitante di uno specchietto retrovisore
  • modificato 3 maggio
    Be' oddio. Anche a casa si mangia, dorme, chiacchiera e c..a.
    Poi ci sono le case inglesi senza limiti di altezza minima e le residenze dei Lord.
    Da noi villette anni '60 e superattici.
    Tra un Freccia anni 80 e un Concorde qualche differenza ci sara' o no ?
    In mezzo le gamme medie.

    Raffaele
  • Misterpixel ha detto:
    il paragone non sta minimamente in piedi, considerato che per fare milano roma in autostrada si deve viaggiare, per stare fermi in una area camper collegati alla corrente a:

    mangiare
    bere
    cacare
    dormire
    chiaccherare

    a bordo di un N&B o di un CI, poco cambia.

    ma mi rendo conto che per voi giornalai di settore l'etichetta sia ben più importante della sostanza.
    d'altronde è il vs mestiere.
    Come al solito hai voluto capire quello che ti aggradava. Il mio esempio in fondo era semplice: dicendo che ci arrivavano tutte e due si sottoliaeava che la differenza è data dal confort dato dai particolari, dagli accessori e dai materiali utilizzati per costruire un mezzo. Il costo di un mezzo è fatto da queste componenti come nelle auto. 
    La mia casa continuerà  a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere. 

    CHE GUEVARA
  • ho voluto capire quello che tu hai scritto.
    ora che hai esplicato meglio quello che volevi scrivere si è inteso meglio.
    l'esempio riportato era alquanto superficiale.
  • Presenziare ad un salone Italiano per un mercato che vende 7mila pezzi contro i 100mila della Germania è di fatto ridicolo anche per la ricca Hymer. Questo mercato crollerà, speriamo presto, per cancellare la tanta malafede che c'è in giro soprattutto negli operatori professionali, molti dei quali spariranno, me lo auguro davvero.
    La realtà di oggi è fatta di mezzi ordinati che attendono fino a 18 mesi, il DUCATO è vecchio di 15 anni e la rinfrescata è stata buona fuffa per chi ne ha ammortizzato i costi da anni e anni mentre la sua elettronica, ADAS compresi è piena di difetti e malfunzionamenti; i DUCATO prodotti vanno dove si guadagna di più, non certo verso il mercato CAMPER e nel frattempo i prezzi sono cresciuti del 15% in un anno ed è una enorme speculazione condivisa e mascherata cui aderiscono tutti, produttori, fornitori, concessionari, stampa di settore.
    Il baraccone ha tutti i tratti distintivi di una grande truffa ai danni degli utenti consumatori, altro che legge del mercato! Covid e guerra sono solo una ghiottissima occasione di disonestà globalizzata. 
  • shells ha detto:
    Presenziare ad un salone Italiano per un mercato che vende 7mila pezzi contro i 100mila della Germania è di fatto ridicolo anche per la ricca Hymer. Questo mercato crollerà, speriamo presto, per cancellare la tanta malafede che c'è in giro soprattutto negli operatori professionali, molti dei quali spariranno, me lo auguro davvero.
    La realtà di oggi è fatta di mezzi ordinati che attendono fino a 18 mesi, il DUCATO è vecchio di 15 anni e la rinfrescata è stata buona fuffa per chi ne ha ammortizzato i costi da anni e anni mentre la sua elettronica, ADAS compresi è piena di difetti e malfunzionamenti; i DUCATO prodotti vanno dove si guadagna di più, non certo verso il mercato CAMPER e nel frattempo i prezzi sono cresciuti del 15% in un anno ed è una enorme speculazione condivisa e mascherata cui aderiscono tutti, produttori, fornitori, concessionari, stampa di settore.
    Il baraccone ha tutti i tratti distintivi di una grande truffa ai danni degli utenti consumatori, altro che legge del mercato! Covid e guerra sono solo una ghiottissima occasione di disonestà globalizzata. 
    concordo.

  • shells ha detto:
    Presenziare ad un salone Italiano per un mercato che vende 7mila pezzi contro i 100mila della Germania è di fatto ridicolo anche per la ricca Hymer. Questo mercato crollerà, speriamo presto, per cancellare la tanta malafede che c'è in giro soprattutto negli operatori professionali, molti dei quali spariranno, me lo auguro davvero.
    La realtà di oggi è fatta di mezzi ordinati che attendono fino a 18 mesi, il DUCATO è vecchio di 15 anni e la rinfrescata è stata buona fuffa per chi ne ha ammortizzato i costi da anni e anni mentre la sua elettronica, ADAS compresi è piena di difetti e malfunzionamenti; i DUCATO prodotti vanno dove si guadagna di più, non certo verso il mercato CAMPER e nel frattempo i prezzi sono cresciuti del 15% in un anno ed è una enorme speculazione condivisa e mascherata cui aderiscono tutti, produttori, fornitori, concessionari, stampa di settore.
    Il baraccone ha tutti i tratti distintivi di una grande truffa ai danni degli utenti consumatori, altro che legge del mercato! Covid e guerra sono solo una ghiottissima occasione di disonestà globalizzata. 

    AMEN
  • Concordo solo per la parte della partecipazione alle fiere, sicuramente in Italia potrebbe essere bi annuale, per il resto sono chiacchere sparate a vanvera, Stellantis non consegna per mancanza di componenti elettronici già da prima del covid e Trigano che ben più grande di Hymer non la pensa come gli americani e le fiere le fa.
    Certo gli aumenti ci sono, ma ci sono in tutto.... non solo nel mondo camper.
    La mia casa continuerà  a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere. 

    CHE GUEVARA
  • di allocchi è pieno il mondo, infatti è così che si vende.
  • modificato 18 maggio
    Ma basta sparare sul Ducato.
    Ne circolano decine di migliaia, furgoni più o meno carichi e camper, mercato in cui da sempre ha il predominio.
    Inoltre Fiat è l'unica a disporre della rete Professional e pure Camper con ponti e altezze adeguate (è solo un esempio).
    In tutta Europa, li ho trovati anche in Norvegia.
    Citroen e Peugeot possono dire la stessa cosa ?
    Quando avevo Renault, era un problema trovare una assistenza veicoli commerciali, quella auto poco ci capiva e lo so per esperienza vissuta.
    Non mi esprimo su Ford e Mercedes anche se il primo marchio ha una nomea non proprio esaltante.
    Volkswagen è usata in pratica solo da Westfalia. Ammesso che il vostro portafogli sia abbastanza gonfio.

    Che i prezzi salgano è normale. covid, guerra, chips, Cina, materie prime incidono.
    Vedrete quanto l'anno prossimo costeranno i libri di scuola vista la penuria di cellulosa e polvere di legno per fare la carta.
    E poi il boom che non si può negare ci sia stato, Ah, ma li si ricade nella legge di mercato che non deve esistere.
    Tranne per Apple. Vuoi un loro cellulare ? Lo paghi il doppio di un volgarissimo Android.

    Perché il mercato dei camper dovrebbe essere diverso ?


    Raffaele

Lascia un Commento

GrassettoCorsivoCancellatoElenco ordinatoElenco non ordinato
Emoji
Immagine
Allineamento a sinistraAllineamento al centroAllineamento a destraPassa alla visualizzazione HTMLPassa alla visualizzazione pagina interaAccendere/spegnere le luci
Spostare immagine/file