Ci risiamo

modificato 14:10 in Camper Bar
Dopo i vari attentati degli ultimi tempi oggi si è ripetuto a Monaco di Baviera.Dobbiamo ancora farci impaurire da attentati o iniziamo a capire che hanno dichiarato guerra all'Europa?Dobbiamo continuare ad accogliere clandestini o è meglio cominciare a chiudere le frontiere?Scusate i modo brusco e diretto ma è la realtà.Con i nostri mezzi da vacanza dove possiamo andare per stare sicuri a goderci una vacanza?
Chi va "Sano" va piano e va lontano...

Commenti

  • modificato 14:10
    Sono pienamente d'accordo con te incominciamo ha chiudere le frontiere .
    Però poi finisce il mangia mangia dei nostri politici, purtroppo qui siamo in Italia
    Lasercar 620 Caserta
  • modificato 14:10
    purtroppo i politici in Europa (ma anche in Italia) sono dei cagasotto a loro basta prendere soldi poi per il resto non si muovono . Bisogna riprendere in mano la situazione se vogliamo che l'Europa non scompaia .
  • modificato 14:10
    Riprendere in mano la situazione non significa chiudere le frontiere: abbiamo visto che molti attentatori sono residenti in Europa da molti anni.Prendere in mano la situazione significa fare un'operazione di polizia e di intelligence congiunta tra tuti gli stati europei. Ma siamo sicuri che tutti siano d'accordo? Ci sono troppi interessi particolari in gioco, per cui ciò che va bene a noi italiani non va bene ai tedeschi e così via. Pensiamo davvero che La guerra in Irak e il bombardamento della Libia siano stati fatti in nome della libertà del popolo iracheno e libico? Non credo proprio, tantopiù che questi popoli non sanno cosa farsene della libertà, basta vedere le lotte intestine che sono in corso in questi due stati.Ricordo che gli arabi sono sempre stati divisi in tribù e clan che si combattevano tra di loro. La riunificazione e la creazione di stati sovrani sono avvenute solamente nel corso della prima guerra mondiale, quando gli inglesi li hanno riunificati per combattere contro l'impero ottomano che era schierato con i tedeschi. Su questo argomento è interessante leggere la biografia di colui che fu chiamato Lawrence d'Arabia. Allora però bisognava combattere il nemico comune e cioè i tedeschi, per cui gli interessi singoli di ogni stato sono passati in seconda linea. Oggi che non ci sono più i tedeschi a minacciare il resto dell'Europa, temo che un modus vivendi comune sia molto difficile da trovare. Parafrasando Garibaldi è proprio il caso di dire che "qui si fa l'Europa o si muore".
  • modificato 14:10
    Roussillon ha scritto:
    Riprendere in mano la situazione non significa chiudere le frontiere: abbiamo visto che molti attentatori sono residenti in Europa da molti anni. Prendere in mano la situazione significa fare un'operazione di polizia e di intelligence congiunta tra tuti gli stati europei. Ma siamo sicuri che tutti siano d'accordo? Ci sono troppi interessi particolari in gioco, per cui ciò che va bene a noi italiani non va bene ai tedeschi e così via. Pensiamo davvero che La guerra in Irak e il bombardamento della Libia siano stati fatti in nome della libertà del popolo iracheno e libico? Non credo proprio, tantopiù che questi popoli non sanno cosa farsene della libertà, basta vedere le lotte intestine che sono in corso in questi due stati. Ricordo che gli arabi sono sempre stati divisi in tribù e clan che si combattevano tra di loro. La riunificazione e la creazione di stati sovrani sono avvenute solamente nel corso della prima guerra mondiale, quando gli inglesi li hanno riunificati per combattere contro l'impero ottomano che era schierato con i tedeschi. Su questo argomento è interessante leggere la biografia di colui che fu chiamato Lawrence d'Arabia. Allora però bisognava combattere il nemico comune e cioè i tedeschi, per cui gli interessi singoli di ogni stato sono passati in seconda linea. Oggi che non ci sono più i tedeschi a minacciare il resto dell'Europa, temo che un modus vivendi comune sia molto difficile da trovare. Parafrasando Garibaldi è proprio il caso di dire che "qui si fa l'Europa o si muore". [/quotdifficile non condividere, però io obbligherei i mussulmani ad adattarsi a al paese che li ospitano almeno nei costumi.In fondo da loro è così...ciao
    La mia casa continuerà  a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere. 

    CHE GUEVARA
  • modificato 14:10
    da quel che emerge sentendo i vari tg qui la situazione religiosa sembra più un pretesto o forse non centra anche nulla e forse viene manipolata con giustificazione per cui pericolosa, qui siamo di fronte ad una problematica che non ha possibilità di controllo, io non vedo facili soluzioni ne tantomeno servirebbe chiudersi a riccio qui i mali stanno nella pancia dell'europa. La vedo male.
  • modificato 14:10
    la matrice religiosa non è chiara per niente. sembrerebbe più il gesto di uno squilibrato, dato che era tedesco di seconda generazione di origine iraniana er che ce l'aveva a morte coi turchi....e a quanto leggo le informazioni diffuse sono ancora molto molto lacunose
    .... dall'etruschia centrale viterbese.....
    è il voler giudicare che ci sconfigge... (Col. Kurtz)


  • modificato 14:10
    Ha ragione Camperlento. Questo è il tipico caso del cane sciolto che è in grado di spiazzare il migliore intelligence e la polizia più organizzata.Io credo però che a mali estremi si debba ricorrere a procedure non propriamente ortodosse. Questo ragazzo, se ho capito bene ciò che hanno detto i media, veniva curato per la depressione, per cui, visto il momento particolare e visto che in pochi giorni sono stati ben due i casi di attentato da parte di persone squilibrate, il servizio sanitario interessato avrebbe forse dovuto segnalare il personaggio alle forze dell'ordine. Si lo so, entrano in gioco problemi etici, costituzionali, discriminatori e razzisti. I benpensanti troveranno moltissimi termini per opporsi e, inoltre, non è detto che questi provvedimenti servano effettivamente a qualcosa.Tuttavia qualcosa bisogna fare e, in casi del genere, si deve agire in modo non convenzionale e, se anche ciò significa perdere un po' della libertà individuale, beh pazienza. E' senz'altro meglio che l'opinione pubblica sappia che ho un foruncolo sul sedere, piuttosto che conoscere la mia età sugli annunci mortuari.
  • modificato 14:10
    Un altro atto terroristico in Baviera. L'autore era uno squilibrato, conosciuto dalla polizia per casi di droga e gli era stato negato il permesso di soggiorno. Cosa bisognava fare perché le forze dell'ordine prendessero dei provvedimenti? Chiedere al siriano di appuntarsi sul petto il cartellino "terrorista"?
  • modificato 14:10
    Signori.... ieri sono passato dai giardini della stazione centrale a como..... ho vergogna ma tanta vergogna della situazione tragicomica in cui versa la nostra città..... e poi ci chiediamo come fare a controllare se non riusciamno a far rispettare la decenza cosa vogliamo fare????forse era giusta la foto che circolava su FB ieri.... la tattica di non contare nulla

Lascia un Commento

GrassettoCorsivoCancellatoElenco ordinatoElenco non ordinato
Emoji
Immagine
Allineamento a sinistraAllineamento al centroAllineamento a destraPassa alla visualizzazione HTMLPassa alla visualizzazione pagina interaAccendere/spegnere le luci
Spostare immagine/file