Ricerca per migliorare la progettazione dei camper

Salve a tutti camperisti ;)
Sto facendo una ricerca per l'università, devo progettare un camper per tutti, famiglie con bambini, persone con ridotta capacità motoria o sensoriale, famiglie con animali e over 65. Vorrei chiedervi, data la vostra esperienza in prima persona con il veicolo, quale potrebbero essere le cose da migliorare o i problemi che avete riscontrato nella:
Zona di guida - Ingresso - Zona giorno- Cucina-Bagno-Zona notte
Se volete, lasciatemi anche il nome del modello che utilizzate così che possa capire bene di cosa si tratta! Grazie in anticipo a tutti! 

Commenti

  • Detta così è un po' generica, ci sono centinaia di piante diverse e decine di tipologie di camper. In ognuna ci sono difetti e punti di forza, il camper perfetto non esiste. Poi il camper è sempre una coperta corta, la comodità di uno spazio va a discapito di altri. Diciamo che ultimamente il mercato si è un po' omologato sulle preferenze della maggioranza, mancano soluzioni fantasiose per esigenze particolari. Buon lavoro comunque!
    Wingamm Oasi 610 P - Milano
  • se mi scrivi in privato ti do la mail del direttore che ha seguito diversi di questi progetti

    La mia casa continuerà  a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere. 

    CHE GUEVARA
  • salve,dovrebbero smetterla di usare legno e materiali che si deteriorano con le infiltrazioni,partiamo dalle basi.poi per le progettazioni delle varie piante ormai ce ne sono per tutti i gusti,parere personale 
  • La domanda è un troppo generica e omnicomprensiva.
    In un mezzo di (pur piccola) serie, ritengo pressochè incompatibili le esigenze legate a ridotte capacità motorie, presenza di bambini e animali.
    Ovviamente parlando di mezzi di dimensioni normali per le nostre strade e per la grande maggioranza di chi li condurrà.

    1. famiglie con bambini:
    da uno a sette, limite massimo per una normale patente B (mamma inclusa).
    Un buon numero potrebbe essere tre ma deve essere tra le specifiche del progetto.
    Buona idea quella di una seconda dinette per giochi e/o studio.
    Pressochè incompatibile con una carrozzina per diversamente abili.

    2. persone con ridotta capacità motoria o sensoriale.
    ridotte o nulle ?
    Per quelle motorie (con o senza assistenza di terzi):
    - necessità di carrozzina o no ?
    - se si, essa verrà sistemata in un gavone o saranno necessarie attrezzature per caricarla in cellula ?
    In quest'ultimo caso andranno previsti porta di ingresso maggiorata e corridoi di passaggio adeguati.
    Pressochè incompatibili con eventuale seconda dinette.

    3. famiglie con animali
    Si può spaziare da un Chihuahua a una coppia di Ridgeback da 60 chili ognuno e con un notevole impatto sul peso in ordine di marcia.
    In ogni caso vanno previsti sistemi di ritenuta idonei.

    4. over 65:
    Personalmente li ho passati e tipicamente ogni anno compio itinerari estivi dai 6.000 ai 12.000 chilometri.
    So di gente che a ottant'anni gira ancora. Con un normalissimo autocaravan.
    Esattamente come un trentenne. Non vedo che differenza ci possa essere.
    È un limite che potrebbe aver senso solo se spiegato.
    Magari nel senso di rientrare nella seconda categoria.

    Chiedila al tuo chiarissimo docente.

    La primissima cosa sulla quale riflettere è che probabilmente il progetto dovrà prevedere due proposte:
    Veicolo in condizioni di viaggio entro le 3.5t oppure oltre (diciamo fino a un massimo di 7.5 ma 5 è già un buon compromesso).

    Raffaele








  • invece no il legno viene usato anche nell'allestimento di carrozzerie furgonate, hanno provato a sostituirlo ma o si usano prodotti che elevano il costo in modo impossibile oppure se si contengono i costi il legno è la soluzione migliore, il problema infiltrazioni in parte dipende anche dalle torsioni e qui c'è poco da fare, l'uso dei cunei ha anche le sue colpe, in fondo il camper è una casa e come tale richiede manutenzioni
  • puma78 ha detto:
    salve,dovrebbero smetterla di usare legno e materiali che si deteriorano con le infiltrazioni,partiamo dalle basi.poi per le progettazioni delle varie piante ormai ce ne sono per tutti i gusti,parere personale 
    sono ormai 7/8 anni che il legno è stato eliminato o limitato ad alcune parti che non possono marcire (Pilote)  =)
    La mia casa continuerà  a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere. 

    CHE GUEVARA
  • Visto che chiedi in base all'esperienza personale, è molto semplice rispondere.
    Il mio primo camper è l'attuale, un CI Riviera GT del 2009, sei posti letto e 5 viaggio.
    Lo ritengo giusto per 4 persone, due dormono in mansarda, due nei letti a castello trasversali posteriori.
    Tanto spazio a disposizione delle cose e delle persone, anche vivendoci dentro, tipo la sera o quando fuori fa bufera; comodo il living, dove ho eliminato la doppia dinette trasformandone una in divano definitivo. Comodo il bagno che prevede un vero e proprio box doccia separato. Comoda la zona cucina con fornello a 4 fuochi e grande lavabo ove ho eliminato il forno a gas ricavandone un comodo vano contenitivo.
    Frigo e freezer grandi quanto basta, anche se col caldo, fatica a raffreddare.
    Comoda la zona stivaggio nel gavone passante posteriore ampliabile alzando uno dei letti a castello.
    Impianto di riscaldamento a gasolio, che non baratterei con quello a gas nemmeno se regalato, mi piacerebbe però averne uno a pavimento elettrico.
    L'autonomia elettrica con un pannello da 100 e due BS è mai stata un problema, come nemmeno l'autonomia idrica, anche se qui mi sono attrezzato dapprima con taniche ed ora con doppio serbatoio acque chiare che hanno elevato la capienza a 190 litri.
    Nonostante le dimensioni, faccio turismo itinerante, nel senso che la mia permanenza nello stesso posta va mai oltre le due notti, generalmente una.
    L'altezza di 320 e la lunghezza di 723+60 di bici, impongono una certa delicatezza nelle manovre, ma con l'ausilio di una retrocamera e di una moglie si fa quello che serve.
    Non mi sono mai sentito limitato negli spostamenti. Ove non posso andare non vado, ma questo accade anche in auto, a piedi, in bici.
    Direi pertanto che per le attuali esigenze, il mio mezzo sia quello che mi serve, nonostante l'incuria del precedente proprietario, abbia lasciato qualche segno: ho una parete infiltrata e parzialmente marcia, che ove sono stato capace ho sanato da solo, ma c'è ancora una parte non sanabile da me e che nemmeno toccherò.

    Esperienza futura: Mi piacerebbe un semintegrale con letto trasversale in coda e basculante anteriore. Grande garage ove mettere eventuali bici elettriche, grande living ove amo stare li a fare nulla guardando fuori.
    Non rinuncerei al riscaldamento a gasolio, anche se in alcune zone dell'europa del nord lo guardano in cagnesco, mi piacerebbe averne però uno come detto sopra a pavimento.
    Lo vorrei semintegrale per la guidabilità e i consumi; avere una mansarda sopra è come avere un muro sul tetto.
    Come detto altrove, mi piace molto il Carado T334, oggi sarebbe il mezzo che comprerei se dovessi cambiarlo.

    Motori: ritengo Mercedes Benz il migliore qualitativamente parlando. Purtroppo però viene montato su pochissimi mezzi e quindi si è limitati nella scelta soprattutto per me che non posso spendere 80/90k per un camper.
    Ford la escludo a prescindere, perchè gli attuali motori hanno tutto quello che non serve ad un veicolo ricreazionale, cioè tanta potenza e poca coppia, effetto del modaiolo downsizing.
    Cosa rimane? Renault, Citroen e Fiat.
    Il primo mi piace molto come eroazioni e consumi e viene assemblato a Brescia in una fabbrica IVECO. Citroen ha le stesse caratteristiche del Ford. Rimane il Fiat, montato sulla stragrande maggiornaza dei mezzi. Il mio meccanico mi dice spesso che un motore Fiat te lo aggiusta qualunque meccanico sul pianeta per la semplicità costruttiva, un motore MB invece no ma probabilmente ci va anche molto meno dal meccanico.
    Poi come in tutto, va un po' a culo.



  • salve,dovrebbero smetterla di usare legno e materiali che si deteriorano con le infiltrazioni,partiamo dalle basi.poi per le progettazioni delle varie piante ormai ce ne sono per tutti i gusti,parere personale 
    Grazie lo terrò presente!!
  • mtravel ha detto:
    La domanda è un troppo generica e omnicomprensiva.
    In un mezzo di (pur piccola) serie, ritengo pressochè incompatibili le esigenze legate a ridotte capacità motorie, presenza di bambini e animali.
    Ovviamente parlando di mezzi di dimensioni normali per le nostre strade e per la grande maggioranza di chi li condurrà.

    1. famiglie con bambini:
    da uno a sette, limite massimo per una normale patente B (mamma inclusa).
    Un buon numero potrebbe essere tre ma deve essere tra le specifiche del progetto.
    Buona idea quella di una seconda dinette per giochi e/o studio.
    Pressochè incompatibile con una carrozzina per diversamente abili.

    2. persone con ridotta capacità motoria o sensoriale.
    ridotte o nulle ?
    Per quelle motorie (con o senza assistenza di terzi):
    - necessità di carrozzina o no ?
    - se si, essa verrà sistemata in un gavone o saranno necessarie attrezzature per caricarla in cellula ?
    In quest'ultimo caso andranno previsti porta di ingresso maggiorata e corridoi di passaggio adeguati.
    Pressochè incompatibili con eventuale seconda dinette.

    3. famiglie con animali
    Si può spaziare da un Chihuahua a una coppia di Ridgeback da 60 chili ognuno e con un notevole impatto sul peso in ordine di marcia.
    In ogni caso vanno previsti sistemi di ritenuta idonei.

    4. over 65:
    Personalmente li ho passati e tipicamente ogni anno compio itinerari estivi dai 6.000 ai 12.000 chilometri.
    So di gente che a ottant'anni gira ancora. Con un normalissimo autocaravan.
    Esattamente come un trentenne. Non vedo che differenza ci possa essere.
    È un limite che potrebbe aver senso solo se spiegato.
    Magari nel senso di rientrare nella seconda categoria.

    Chiedila al tuo chiarissimo docente.

    La primissima cosa sulla quale riflettere è che probabilmente il progetto dovrà prevedere due proposte:
    Veicolo in condizioni di viaggio entro le 3.5t oppure oltre (diciamo fino a un massimo di 7.5 ma 5 è già un buon compromesso).

    Raffaele







    Grazie Raffaele, 
    hai ragione ora come ora il tema è molto ampio, in questa fase quello che mi interessa è conoscere le vostre esperienze personali. Ad esempio, la cucina messa in un determinato modo e a quella altezza vi risulta scomoda da utilizzare, poi una volta raccolti questi dati l'obiettivo sarebbe creare qualcosa che sia facilmente utilizzabile da più persone diverse possibili. 
  • non potrà mai esistere un modello unico per tutti. ogni famiglia ha le sue esigenze e abitudini; quello che va bene a me non va bene ad altri. Per questo ci sono tantissime piante diverse.
    Creare un camper che sia "perfetto" per tutti si potrebbe anche fare, modulabile, ma costerebbe una follia (e nessuno lo comprerebbe).
    Studente92, non so se sei camperista (ma credo di no); prima dovresti farti una cultura su riviste di settore e anche sui forum.

  • e poi perchè creare un camper che vada bene a tutti? a che serve? 
  • Se parliamo di tecnologia il discorso si amplierebbe a dismisura.

    Da quella costruttiva, forse il meglio in assoluto era rappresentato dall'italianissima VAS che realizzava mezzi in pratica sulla base di un autobus da turismo.
    Scendendo a quella alluminio-coibente-alluminio dei vari Concorde, Niesmann&Bishoffs, Carthago, eccetera. Dal costo però di una buona barca a vela con ben altri contenuti.
    Poco più sotto Hymer con il suo Pual brevettato.
    Ottima quella monoscocca, in pratica solo italiana ma che sta via via sparendo, non parlo di marchi perchè sono tutti ben conosciuti.

    Una riflessione si pone però.
    Tra i mezzi di produzione teutonica è raro trovare esempi di camper infiltrati da umidità o, peggio, acqua.
    Frequente invece tra quelli di produzione nostrana, non pensare però che la cosa sia solo un nostro problema, basta frequentare qualche sito straniero (con i loro marchi) per accorgersene.

    Alla tecnologia degli equipaggiamenti, salvo poche eccezioni (Thetford, Webasto) quasi tutto è stato fagocitato dal gruppo Dometic con Truma invece leader incontrastato per riscaldamento e acqua sanitaria.
    Una domanda credo sia lecita, nonostante numeri di produzione abbastanza elevati e quindi dalla qualità statisticamente controllabile, molti equipaggiamenti soffrono di moria precoce.
    Diciamo che non è raro assistere a guasti dopo poche centinaia di ore di funzionamento (se non poche decine).
    Pensiamo a quanto mediamente dura un PC portatile non home e quanto poco l'elettronica di una stufa piuttosto che di un frigorifero o di una centralina.
    Non dico che sarebbe auspicabile l'utilizzo di componentistica militare (non spaventarti, esiste sul mercato normale) invece di qualche cineseria.

    Detto questo, credo che a te interessi invece la componente architetturale ed ergonomica dell'ambiente.
    Di nuovo non è facile.
    Chi, compreso il sottoscritto, ritiene inutile il frigorifero con freezer separato e chi ritiene indispensabile la colonna con forno incorporato.
    Per non parlare di chi inizia a desiderare quello a microonde, la macchinetta nespresso e addirittura il piano cottura a induzione.

    Personalmente, per quella che può essere la mia esperienza, trovo che, tra i mezzi di lunghezza umana, il vecchio Arca America 345 o, meglio ancora il Freccia 360 fossero il massimo (irripetuto) della praticità.
    Buona pianta quella del Laika ecovip 6.1 ma con il difetto della dinette trasversale, soluzione che, salvo errori, non credo sia più omologabile per via delle cinture di sicurezza.

    Quanto all'altezza ed ergonomia di mobili e sedute, non ho mai visto grandi differenze, credo che ormai siano praticamente uniformate.
    Non molto diverse da quelle della produzione destinata al normale arredamento.
    A proposito di sedute, sai quanti mezzi hanno la tazza WC ad altezza tale che uno alto come me (1.85) a fatica riesce a poggiare i piedi per terra quando...

    Come qualcuno sostiene e non so come dargli torto:
    - Chi progetta un camper non ci ha mai viaggiato sopra -
    Qualche eccezione c'è stata ma ormai ha chiuso.

    Raffaele

Lascia un Commento

GrassettoCorsivoCancellatoElenco ordinatoElenco non ordinato
Emoji
Immagine
Allineamento a sinistraAllineamento al centroAllineamento a destraPassa alla visualizzazione HTMLPassa alla visualizzazione pagina interaAccendere/spegnere le luci
Spostare immagine/file