Lockdown e batterie

Buonasera ragazzi, avrei bisogno di un vostro parere da esperti, ho ritirato 2 settimane fa il camper nuovo, Etrusco V 6600 sb, siamo riusciti a fare una sola uscita e 350 km, poi purtroppo per causa di questo maledetto COVID il camper è parcheggiato in un capannone al coperto.
Quando l’ho parcheggiato l’ho lasciato attaccato alla corrente per 2 giorni e le batterie cellula e motore erano cariche al massimo, adesso che non posso andare ad attaccarlo perché in un altro comune, secondo voi con centralina cellula spenta e abitacolo senza antifurto, quanto può durare senza danneggiare le batterie?
Grazie mille ?
«1

Commenti

  • se le batterie sono al top e se non hai consumi tipo antifurto assetato o altri amenicoli anche oltre un mese, se hai cianfrusaglie ciuccia corrente se vai a zero preparati a cambiare la batteria se non puoi andare ad attaccare la corrente e ricaricare, scusa ma non puoi lasciarlo attaccato sempre? le batterie mica si offendono e men che meno si danneggiano
  • camperlento_1 ha detto:
    se le batterie sono al top e se non hai consumi tipo antifurto assetato o altri amenicoli anche oltre un mese, se hai cianfrusaglie ciuccia corrente se vai a zero preparati a cambiare la batteria se non puoi andare ad attaccare la corrente e ricaricare, scusa ma non puoi lasciarlo attaccato sempre? le batterie mica si offendono e men che meno si danneggiano
    Vorra dire che farò un salto a collegarlo, qualcosa mi inventerò, quindi lo posso lasciare collegato senza problemi?
    ???
  • quando le batterie sono cariche si interrompe in automatico l'alimentazione
  • quando sei in campeggio o quando sei in area di sosta oppure quando viaggi le batterie sono sempre sotto carica, se non vuoi lasciarle collegate sempre prova a comprare una di quelle spine con orologio la metti sul cavo di alimentazione, metti che funzioni per un 3/4 ore al giorno così ti mantiene sotto carica il tutto, certo la batteria motore deve avere il dispositivo di mantenimento altrimenti lei rimane sola soletta e li dopo non parti
    certo devi inventarti un adattatore per il cavo ma non penso sia un operazione impossibile 
  • La mia esperienza con un Ducato (ma con il gruppo Fiat in generale) è che alla fine c'è sempre un piccolo consumo.
    Magari regge anche più di un mese ma se non sei attento trovi la batteria scarica e irrecuperabile.

    Se dovessi tenere il camper inutilizzato per mesi ti consiglio uno stacca batterie motore.
  • Apollo13 ha detto:
    La mia esperienza con un Ducato (ma con il gruppo Fiat in generale) è che alla fine c'è sempre un piccolo consumo.
    Magari regge anche più di un mese ma se non sei attento trovi la batteria scarica e irrecuperabile.

    Se dovessi tenere il camper inutilizzato per mesi ti consiglio uno stacca batterie motore.
    qui mi permetto di parlati da meccanico, sui mezzi moderni lo stacca batterie non va bene specie sulla batteria motore, le centraline hanno bisogno di avere sempre un alimentazione se vuoi evitarti guai al momento di riavviare il motore, anche se dicono che non fa nulla che le centraline hanno memorie che non hanno bisogno di essere mantenute in tensione si alla fine sono tutte dicerie, perchè se è vero che non hanno bisogno di alimentazione mi spiegate perchè le case gli lasciano sempre una linea di alimentazione anche a chiave disinserita? poi esperienza personale sia mia che di mio cognato che fa l'elettrauto sapeste quante volte è successo che dei clienti hanno staccato la batteria per sostituirla e magari hanno lasciato li l'auto per 1-2 giorni senza batteria e poi montano la batteria e o l'auto non parte più o da una serie di errori da far impallidire la diagnosi, e non ultimo alle volte non c'è più stato verso di risprestinare la centralina ma di sostituirla, ora ditemi voi, io se devo cambiare la batteria ad un mezzo recente usa una batteria che collego in parallelo in modo da avere sempre la continuità di tensione e per il momento mai avuto sorprese, proprio ieri un mio vicino aveva staccato la batteria motore al suo camper, circa un mese fa ieri voleva spostarlo per muovere le ruote, ha ricaricato la batteria collegata e il mezzo non parte e si è accesa la spia anomalia motore, mi chiama e gli dico di chiamare l'assistenza vengono e gli dicono la centralina gestione motore si è smemorizzata e va sostituita e parametrizzata, totale della faccenda sui 1000 tra carro attrezzi per portarlo in officina e centralina e vari amenicoli, ai tempi quando gli avevo detto non staccare la batteria per tempi lunghi sai non dovrebbe ma potrebbe e lui mi disse ho contattato il servizio clienti e i hanno detto che non vi era alcun problema, si peccato che quasi sempre il supertecnico plurilaureato super formato di motori capisca un emerito nulla e forse la settima scorsa faceva le consegne delle pizze con la bicicletta e il prossimo mese finito il contratto lavorerà come commesso in una catena di supermercati e poi magari passare a vendere contratti telefonici o energia e gas, si insomma quelli che rompono le balle nel bel mezzo di quando state mangiando e come faccio io che non gli rispondo mai male ma li lascio li a parlare da soli, si questi sono i supertecnici, per cui ben gli sta e spero sinceramente che il millino non basti e che non risolva i problemi con tanta facilità e che magari si porti appresso dei problemi  rimanere a piedi quando lo usa una volta si e l'altra pure 
  • Ok questi giorni vado e lo attacco alla corrente così sono più tranquillo, l’ultima cosa, la centralina in cellula deve rimanere accesa una volta collegato oppure posso lasciarla spenta?
    grazie mille 
  • io la centralina in cellula la spengo sempre.
    Il mezzo lo tengo all'aria aperta e con i pannelli solari si ricarica sia la BS che la BM
  • La scarica di una batteria è legata a diversi fattori.
    1. Batteria motore: Alimentazioni varie (centralina, antifurto, autoradio, varie ed eventuali (prese usb, eccetera)).
    Non vanno esclusi assorbimenti spuri, chi ha avuto una o più Lancia Y sa di cosa parlo.
    2. Batteria servizi: Come sopra, quelle di una volta con il loro bell'interruttore elettromeccanico no ma molte centraline recenti col tasto "touch" assorbono qualcosa anche da spente.
    3. Entrambe: Qualsiasi batteria soffre del fenomeno chiamato "autoscarica", la relativa bibliografia arriva a stimarla da 1 a 10% al mese.

    Praticamente tutti i caricabatterie recenti hanno funzione carica seguita da quella mantenimento, le famose curve di carica IUoU.
    In modo molto semplicistico, prima carica, poi raggiunto il massimo il caricabatterie va in standby tornando a caricare quando la tensione scende sotto un certo valore. Da capo e da capo.

    Vero che in campeggio si è sempre allacciati alla colonnina ma c'è da dire che siamo sempre in zona e in ogni caso non è deserto.
    I rimessaggi sono spesso non presidiati, di notte sicuramente no.
    Nel mio pago un extra per avere l'allacciamento anche continuo ma mi guardo bene dall'essere sempre collegato.
    Specialmente durante la stagione invernale, l'elettronica civile funziona bene da 0 a 70°, cosa succede se la temperatura scende sotto lo zero ?
    Dovessi inserire un temporizzatore lo metterei di tipo settimanale (meglio se fosse mensile) con interventi dilazionati nel tempo.
    Che ne so, 48 ore continue al mese.

    Personalmente ho staccabatterie sia su quella motore che su quella servizi.
    Toccandomi i gioielli, come ho già avuto occasione di dire, finora non ho avuto problemi.
    Non escludo che possano capitare quindi non mi assumo responsabilità.
    Per la cronaca, parlavo di Y, da tempo immemorabile Fiat/Lancia le ha dotate di staccabatterie di serie, ci sarà un motivo.



    Raffaele
  • io lo tengo attaccato alla 220 un paio di giorni al mese, difatti stasera vado a riattacarlo e stacco sabato.
    al mio rimessaggio paghiamo sempre ugual, sia attaccati che staccati.
    io ne sono il gestore (del rimessaggio) ed essendoci quello che ci va li più spesso abitandoci vicino, faccio questo servizio anche per gli altri.
    le mie batterie sono del 2016 e 2017 e vanno bene ancora.
  • Ciao Camperlento

    > perchè le case gli lasciano sempre una linea di alimentazione anche a chiave disinserita?

    Per far avanzare l'orologio?
    Per la chiusura centralizzata?

    Ho avuto un Ducato del 2010 e per dieci anni ho staccato sistematicamente la batteria con l'unico disagio di perdere le impostazioni dell'orologio.
    Se avessi lasciato la batteria attaccata le avrei dovute cambiare ogni due anni.
    Stesso problema avuto con uno scooter Piaggio.

    La batteria originale della mia auto Hunday l'ho cambiata dopo 10 anni, la sostituta ha spento la sua quarta candelina e funziona a dovere.
    Ho avuto una moto Kawasaky che ha passato gli inverni ferma sotto la neve e l'ho venduta con la batteria originale (6 anni).

    Io sono sfortunato con il gruppo Fiat, tuo cognato è sfortunato con il suo camper.
    Anche se non ho capito una cosa: se "la centralina gestione motore si è smemorizzata", perché bisogna cambiarla con una che va "parametrizzata"? Mhà, si vede che sono ignorante...

  • Altra cosa da tenere in considerazione e della quale non ho parlato.

    Raffaele
  • mtravel ha detto:
    Altra cosa da tenere in considerazione e della quale non ho parlato.
    Oops, mi è scappato un invio. Riprovo.

    Ovunque si legge di impianti più o meno manomessi in fai da te, di inverter da 1000 (se non 3000W), di fusibili da 50A e altro ancora.
    In un rimesssaggio, ripeto, nel 90% dei casi non presidiato, il rischio incendio è notevole.
    Non vi è mai successo di leggerne  ?

    Personalmente non mi fido a lasciare per settimane o addirittura mesi un caricabatterie attivo.
    E quelle poche volte che lo faccio, max 48 ore, faccio fatica ad addormentarmi.
    Poi ognuno fa quel che ritiene più giusto, spero solo che abbia le adeguate coperture assicurative.
    Dieci camper da 50.000€ fanno un danno di mezzo milione. Dieci da 100.000 uno.

    p.s. Last but not least.
    La batteria motore del mio penultimo camper è durata 10 anni.
    Quelle servizi, due anonime al gel, 12 anni. E forse ne era partita una sola che ha fatto morire anche l'altra.
    Giuro, vi faccio vedere le fatture.
    Ovviamente sempre staccate. Poi vedete voi.




    Raffaele
  • superlello75 ha detto:
    Ok questi giorni vado e lo attacco alla corrente così sono più tranquillo, l’ultima cosa, la centralina in cellula deve rimanere accesa una volta collegato oppure posso lasciarla spenta?
    grazie mille 
    questo precisamente non lo so, ma credo che spenta vada benissimo, unica cosa guarda se hai il parallelatore tipo quello CSB2 altrimenti puoi lasciare in carica quanto vuoi ma alla fine la tua batteria motore non si carica e sarai a piedi
  • Apollo13 ha detto:
    Ciao Camperlento

    > perchè le case gli lasciano sempre una linea di alimentazione anche a chiave disinserita?

    Per far avanzare l'orologio?
    Per la chiusura centralizzata?

    Ho avuto un Ducato del 2010 e per dieci anni ho staccato sistematicamente la batteria con l'unico disagio di perdere le impostazioni dell'orologio.
    Se avessi lasciato la batteria attaccata le avrei dovute cambiare ogni due anni.
    Stesso problema avuto con uno scooter Piaggio.

    La batteria originale della mia auto Hunday l'ho cambiata dopo 10 anni, la sostituta ha spento la sua quarta candelina e funziona a dovere.
    Ho avuto una moto Kawasaky che ha passato gli inverni ferma sotto la neve e l'ho venduta con la batteria originale (6 anni).

    Io sono sfortunato con il gruppo Fiat, tuo cognato è sfortunato con il suo camper.
    Anche se non ho capito una cosa: se "la centralina gestione motore si è smemorizzata", perché bisogna cambiarla con una che va "parametrizzata"? Mhà, si vede che sono ignorante...

    sinceramente hai capito proprio nulla ma nulla proprio eppure hai una fortuna sfacciata o semplicemente ti è andata bene oppure c'è la dici tanto per dircela, comunque ti ringrazio infinitamente di avermi detto che il tutto serve per l'orologio e per la chiusura centralizzata, ti ringrazio ma pensa tu io non lo sapevo credevo che l'orologio sui ducato avessero la molla ma guarda un pò ora li fanno elettrici e niente molla è proprio vero anche la tecnica degli orologi progredisce. Allora se leggi io ho scritto centralina e quella che è sotto tensione sempre, poi il tuo ducato del 2010 è ben ben diverso da quelli più recenti e non solo per la differenza della classe di emissione per cui come forse pensi la differenza non sta in una sigla sulla carta di circolazione, no sono diversi nell'impiantistica nell'elettronica nelle centraline ma diverse proprio. 
    perchè le case lasciano sempre una linea di alimentazione anche a chiave inserita? io vorrei che lo avessi letto in chiave ironica e non per partito preso
    mio cognato non ha il camper lui ha dei clienti che hanno il camper e che sono la sua fortuna perchè seguono i consigli di chi sa poco o nulla di meccanica o di elettricità per cui fanno dei bei danni, poi si accorgono che forse il sentito dire dell'esperto camperaio vale poco o forse niente l'unico consiglio che si può seguire e quello dei tappi  sotto i tergicristalli ma si limita a questa inutilità
  • modificato novembre 2020
    camperlento_1 ha detto:
    superlello75 ha detto:
    Ok questi giorni vado e lo attacco alla corrente così sono più tranquillo, l’ultima cosa, la centralina in cellula deve rimanere accesa una volta collegato oppure posso lasciarla spenta?
    grazie mille 
    questo precisamente non lo so, ma credo che spenta vada benissimo, unica cosa guarda se hai il parallelatore tipo quello CSB2 altrimenti puoi lasciare in carica quanto vuoi ma alla fine la tua batteria motore non si carica e sarai a piedi
    Ok ?? 
  • Altra domanda: lockdown e assicurazione. Non potendo sospendere perché in rimessaggio, conviene in fase di rinnovo abbassare un po' le garanzie (scoperto, franchigie) visto l'utilizzo limitato? 
    Sun Living A 70 dk
  • Fortunatamente c'è rimessaggio e rimessaggio.
    Noi possiamo sospenderla se non lasciamo gas all'interno dello stabile.
    Quindi ognuno in questo periodo si è riportato a casa le proprie bombole.
    Io le uso per il BBQ.
  • camperlento_1 quindi siccome "le centraline hanno bisogno di avere sempre un alimentazione" i camper nuovi arrivano al concessionario già con la batteria montata,
    oppure non ho capito nulla ma nulla proprio?

    Mi sa che dovrò parlare direttamente con tuo cognato, non è facile trovare un elettrauto che lavora con gli impianti sotto tensione.
  • certo che arrivano con la batteria montata, scusa ma questa non l'ho capita, sinceramente non capisco questo tuo polemizzare, le centraline del veicolo che non centrano nulla con quelle dell'allestimento del camper ma sono quelle che gestiscono il motore il cambio robotizzato, per chi c'è l'ha, l'ABS no perchè è una cosa a parte, poi il sistema di del riconoscimento della chiave, si oramai il sistema del veicolo è una cosa che non può più essere scollegata totalmente dalla tensione della batteria, è così, allora visto che uso dei motori per delle applicazioni industriali, alcuni hanno la centralina di gestione motore a bordo ebbene questi hanno una batteria tipo moto per alimentare la centralina mentre sono immagazzinati prima dell'installazione, altrimenti quelli che non hanno la batteria quando li installi devi caricare il software di gestione tramite un PC dedicato, è così cosa ci vuoi fare oramai anche le cose più semplici stanno diventando complesse
    poi se vuoi fare dell'ironia e ti piace sfottere fai pure
  • Misterpixel ha detto:
    Fortunatamente c'è rimessaggio e rimessaggio.
    Noi possiamo sospenderla se non lasciamo gas all'interno dello stabile.
    Quindi ognuno in questo periodo si è riportato a casa le proprie bombole.
    Io le uso per il BBQ.
    Sicuro? In caso di incendio causato da un camper chi paga verso i terzi?
  • modificato novembre 2020
    Tomtom1990 ha detto:
    Misterpixel ha detto:
    Fortunatamente c'è rimessaggio e rimessaggio.
    Noi possiamo sospenderla se non lasciamo gas all'interno dello stabile.
    Quindi ognuno in questo periodo si è riportato a casa le proprie bombole.
    Io le uso per il BBQ.
    Sicuro? In caso di incendio causato da un camper chi paga verso i terzi?
    le bombole infatti di solito non innescano un incendio lo amplificano, in un capannone se un camper si incendia probabilmente bruceranno tutti e il tetto cadrà. Spero abbiate una buona assicurazione dello stabile, 2 anni fa è successo in liguria e i danni sono stati di diversi milioni con circa 200 cause civili 
    https://youtu.be/NCehAXwPlRc
    La mia casa continuerà  a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere. 

    CHE GUEVARA
  • tempo addietro con il mio vicino un dirigente investigativo dei Vigili del Fuoco, parlammo di camper, peraltro pure lui camperista, si è venuti sul discorso sicurezza incendio dei camper e lui visto che ha una certa competenza in campo, quando era in servizio fu incaricato di indagare su diversi eventi in cui erano coinvolti dei camper o roulotte, e mi disse che il problema incendio dei camper non deriva dalla 220 ma bensì dall'impianto a 12V e che l'innesco dell'incendio avviene il più delle volte proprio dalla scarsità di realizzazione dell'impianto, sezione troppo piccola dei cavi giunzioni con faston lenti interruttori che creano falsi contatti, impianto pannelli solari che saturano la capacità delle batterie, e lui in oltre 20 anni di questo lavoro non ha mai visto un camper che si sia incendiato a causa dell'impianto 220,  proprio ora gli ho fatto leggere quanto hai scritto e lui mi ha detto che tu correttamente hai scritto che le bombole non innescano l'incendio ma semplicemente ed eventualmente lo amplificano, e che c'è poco da stare allegri sul piano assicurativo perchè chi più chi meno hanno delle esclusioni per cui armarsi di avvocati e sperare che il giudice pensi a favore del danneggiato, sul fatto di togliere le bombole cambia poco se la bombola è chiusa come da norma di legge perchè quasi mai le bombole scoppiano il fuoco del camper si estingue prima, questo per un pour parlè e non una certezza mi ha detto, i camper secondo lui sono delle mine vaganti in fatto di bruciare in seguito ad evento, ha cominciato a parlare con quelle terminologie giuridico prudenziali, in quanto sono un insieme di materiali altamente infiammabili e facilmente innescabili i peggiori sono quelli in vetroresina secondo lui perchè bruciano per tanto tempo e con temperature elevate, per cui mi sa che i nostri camperozzi in fatto di tranquillità quando solo parcheggiati ci garantiscono solo in parte e che le assicurazioni se non sono stipulate alla perfezione creano più rogne che rimborsi
  • I tuoi interventi sono spesso interessanti ma costringono a leggere in apnea.
    Non potresti prendere fiato quando scrivi ?





    Raffaele
  • modificato novembre 2020
    A conferma di ciò che afferma Camperlento qui sopra, i costruttori cominciano a considerare l'idea di mezzi "gas-free".
    Weinsberg, ad esempio, ha inserito nella sua gamma 2021 la serie di caravan denominata CARACITO, che ha in dotazione un piano ad induzione al posto dei fuochi cucina ed il riscaldamento con convettore elettrico (la classica pompa di calore abbinata al condizionatore da pavimento) al posto della stufa, tutto a 220V.
    Certo, per gli amanti della libera è un bel problema, perché dovrebbero portarsi dietro una centrale elettrica, ma, se in un futuro non troppo lontano si inventassero elettrodomestici a bassissimo consumo, potremmo girare tutti con questi VR decisamente più sicuri.
  • Si ma è una caravan, nel 99,99% dei casi utilizzata in campeggio.

    So che gli inglesi sui camper di solito hanno un bollitore (kettle) per tè e il resto delle schifezze che bevono.
    Potenza: tra i due e i tre KW.
    Ecco spiegato perchè si lamentano che in quello che per loro è l'estero (resto dell'Europa) le colonnine se va bene portano 10A (di solito 3 e nel migliore dei casi 6).
    Ed ecco spiegato perchè se noi andiamo nel Regno Unito troviamo assurdo che l'allacciamento arrivi a costare 6 sterline se non di più.

    È tutta una questione di economia.
    Anche in Germania dove quasi tutte le aree hanno l'allacciamento 230V consumi del genere non sono ammessi.
    La scorsa estate su una trentina di aree frequentate solo a Rostock ho trovato energia senza limitazioni e per giunta gratuita.

    Sul gasfree, da anni Webasto vende il piano cottura a gasolio.

    Che io sappia il rendimento dei sistemi a pompa di calore diminuisce con l'abbassarsi della temperatura e sotto lo zero quasi certamente non funzionano o si ghiacciano.


    Raffaele
  • Fortunatamente c'è rimessaggio e rimessaggio.
    Noi possiamo sospenderla se non lasciamo gas all'interno dello stabile.
    Quindi ognuno in questo periodo si è riportato a casa le proprie bombole.
    Io le uso per il BBQ.
    Tomtom1990 ha detto:
    Misterpixel ha detto:
    Fortunatamente c'è rimessaggio e rimessaggio.
    Noi possiamo sospenderla se non lasciamo gas all'interno dello stabile.
    Quindi ognuno in questo periodo si è riportato a casa le proprie bombole.
    Io le uso per il BBQ.
    Sicuro? In caso di incendio causato da un camper chi paga verso i terzi?

    sicuro, ci è stato messo per iscritto dal proprietario dello stabile, pertanto tutti sospendiamo tutto.


  • Brianza ha detto:
    Tomtom1990 ha detto:
    Misterpixel ha detto:
    Fortunatamente c'è rimessaggio e rimessaggio.
    Noi possiamo sospenderla se non lasciamo gas all'interno dello stabile.
    Quindi ognuno in questo periodo si è riportato a casa le proprie bombole.
    Io le uso per il BBQ.
    Sicuro? In caso di incendio causato da un camper chi paga verso i terzi?
    le bombole infatti di solito non innescano un incendio lo amplificano, in un capannone se un camper si incendia probabilmente bruceranno tutti e il tetto cadrà. Spero abbiate una buona assicurazione dello stabile, 2 anni fa è successo in liguria e i danni sono stati di diversi milioni con circa 200 cause civili 
    https://youtu.be/NCehAXwPlRc

    noi abbiamo nulla.
    noi riceviamo fatture a paghiamo semestralmente il canone.
    abbiamo autorizzazione scritta a sospendere le polizze nei periodi in cui non lo si usa.
    tutto quello che avviene altrove non ci riguarda particolarmente facendo unicamente riferimento agli accordi scritti presi con la proprietà.
  • mtravel ha detto:
    Che io sappia il rendimento dei sistemi a pompa di calore diminuisce con l'abbassarsi della temperatura e sotto lo zero quasi certamente non funzionano o si ghiacciano.
    Se così fosse, praticamente tutte le abitazioni in classe A1/A2/A3/A4 in inverno rimarrebbero al freddo, perché come riscaldamento utilizzano esclusivamente pompe di calore con motori esterni.
  • MTRAVEL, le nuove pompe di calore possono lavorare fino a -20

Lascia un Commento

GrassettoCorsivoCancellatoElenco ordinatoElenco non ordinato
Emoji
Immagine
Allineamento a sinistraAllineamento al centroAllineamento a destraPassa alla visualizzazione HTMLPassa alla visualizzazione pagina interaAccendere/spegnere le luci
Spostare immagine/file