costruzione tavolo allungabile

modificato 26 febbraio in Fai da Te
Per far fronte ai problemi di spazio di quando si sta a tavola in 4 o in 5, copiando l'idea da altro camperista che ha postato il proprio tutorial su Youtube, ho sostituito il vecchio tavolo con uno di mia fattura. L'utente da cui ho tratto ispirazione ha lavorato sul vecchio tavolo mantenendo il ripiano originale, io ho preferito sostituirlo perchè bucato in più punti.

Ho comprato on line:

·         una tavola di abete da 40x60 sp21 (A)

·         una tavola di abete da 20x60 sp21 (C)

·         una tavola di abete da 20x30 sp21 (D)

·         una tavola di betulla da 98x60 sp21 (B)

·         tutto multistrato fenolico

·         4 slitte per cassetti da 43cm a cuscinetti prelubrificati

·         0,75 di impregnante noce chiaro all’acqua

·         0,75 di turapori trasparente all’acqua

·         0,50 di vernice vetrificante per parquet all’acqua

·         Sacchetto di bussole M6

·         Due viti con pomolo M6

Ho comprato al Brico colla vinilica, tante viti da legno di diverse misure e una barra per appendere i pensili.

Con seghetto alternativo ho tagliato gli angoli di un lato della tavola B utilizzando un secchio come dima.

Ho poi portato tavola A e tavola B da un falegname a farmi levigare tutti gli spigoli.

Fatto fare da professionista per avere risultati regolari e omogenei. A mano libera non sarei stato capace di ottenere il medesimo risultato. Il dilemma iniziale era come ricoprire il bordo, più falegnami su FB mi hanno consigliato di levigare il multistrato senza ricoprirlo con nulla perché bordure di queste genere sono esteticamente gradevoli e spesso fatte fare apporta.

Ho verniciato a pennello piatto da 50 tutte le tavole, 6 mani di impregnante per lato seguendo la venatura, 2 di turapori incrociando i passaggi, 3 di vetrificante parquet seguendo la venatura. Tra una mano e l’altra tranne l’ultima ho sempre levigato con levigatrice orbitale e carta a grana finissima da 160.

Ho svitato i supporti a parete dal vecchio tavolo e li ho avvitati sui bordi della tavola C sulla quale ho avvitato anche le 4 slitte e la barra per pensili opportunamente tagliata

Ho avvitato i lati opposti delle slitte sulla tavola B facendo attenzione alle misure, in modo slittassero di circa 45 cm.

Ho forato la tavola lunga per circa 12 mm in corrispondenza di due fori scelti in base alla lunghezza della tavola A della barra appendipensili; questi due fori saranno i fermi per quando il tavolo sarà chiuso e aperto.

Ho inserito le due bussole incollandole con colla vinilica ed avvitandole a loro volta nel legno.

Ho svitato il supporto della gamba del tavolo dal vecchio tavolo e l’ho avvitato sulla tavola D che a suo volta ho incollato e avvitato su uno strato di multistrato da 15x10 sp10 reperito sul camper, per compensare l’altezza delle slitte e del supporto a parete permettendo al ripiano di stare in bolla.

Ho quindi avvitato questo trittico composto da D, multistrato da 1cm e suporto della gamba sulla tavola B.

Ho posizionato il tavolo, che risulta leggermente più grande del precedente, più robusto e meno scalfibile da oggetti che vi possono cadere; oltre ad essere allungabile, passando da 98x60 a 140x60 permettendomi di sedermi sul divano antistante.

Mi manca la seconda gamba per aiutare i supporti a parete quando il tavolo è allungato. L’ho trovata on line ma non mi è ancora arrivata. Appena in possesso creerò il supporto adatto identico al primo e poi la utilizzerò ogni qual volta utilizzerò il tavolo allungato.

Pesa 9 kg.

Appena mi è possibile carico tutte le foto.

Chi lo ha visto, mi ha chiesto se lo produco anche a lui.... :-D


Commenti

  • Brianza nel messaggio sopra non mi ha preso le ultime foto. Come si fa?
  • Hai fatto ben a utilizzare legno per rifare il tavolo. Io ho fatto il tuo stesso identico lavoro ma ho usato il tavolo vecchio. Il problema è che le viti non prendono bene in quella specie di tavolo tamburato e ogni 2x3 sono lì ad avvitare sotto
  • Dovessi fare qualche mobile (per casa) ora so a chi rivolgermi.
    Certo che ha speso più di pellicola per le foto che di materiale per il tavolo.
    Scherzo, congratulazioni vivissime.

    Raffaele
  • purtroppo non mi ha preso le ultime foto, che ho fatto dal telefono e che spero di riuscire a far caricare da Bri, sono molto più nitide.
    Ma quindi CDP sei tu l'autore del tutorial che ho seguito?
    Grazie MTravel, ho iniziato il 12 di Gennaio e l'ho fatto la sera a tempo perso.

  • Ho dimenticato di scrivere la motivazione per cui ho ho utilizzato abete e betulla.
    Le parti in abete sono quelle che o si vedono meno o si usano meno.
    E' un legno meno duro, meno nobile, più lavorabile, più leggero, meno costoso.
    La betulla è dura, poco scalfibile, più difficilmente lavorabile in fai da te.
    E molto più pesante a parità di dimensioni.
  • Io lo avrei fatto in Corian come qualche camperone crucco. Anche se non ne escludo che qualcuno nostrano...
    Oh, si continua a scherzare...

    Raffaele
  • a dire la verita, all'inizio volevo farlo in mentacrilato, come molti ripiani cucine.
    al legno ci sono arrivato dopo diversi ragionamenti cervellotivi.
    I metacrilato melaminico è al momento il materiale più refrattario all'umidità, difatti viene utilizzato come piani di lavoro di cucine e bagni. f
    Tuttavia ha dei difetti.
    se ci cade su qualcosa di appuntito, lo puoi rompere e non lo puoi stuccare come il legno, che stucchi e vernici.
    quelli in vendita già fatti non hanno tutti i brodi ricoperti, devi comprare un nastro melamminico che si incolla a caldo, solo che avevo paura di fare una porcata e nemmeno troppo stabile.
    te lo puoi far fare su misura, ma una volta che è fatto è fatto, non lo puoi modificare.
    poi un giorno ho pensato al compensato e piu falegnami mi hanno suggerito invece il multistrato che ha più fogli del compensato possibilmente incollato con colle fenoliche così detto multistrato marino.
    e così mi sono indirizzato verso questo materiale.
    ma nei vari brico e leroy si trova solo multistrato di abete o pioppo, troppo teneri per farci un tavolo, con l'unghia riesci a scalfirlo senza farti male.
    e così ho cercato on line, trovando un falegname che vende su misura diversi tipi di legno.
    prima di ordinare il prodotto gli ho telefonato spiegandogli la mia esigenza ed anche lui, come i falegnami conosciuti su fb mi ha dato le stesse indicazioni.
    e così ho fatto.


  • Misterpixel ha detto:
    a dire la verita, all'inizio volevo farlo in mentacrilato, come molti ripiani cucine.
    A proposito di metacrilato, mi potresti dire eventualmente dove l'avresti comprato?
    Avrei intenzione di fare un'estensione ripiegabile (o asportabile) del piano cucina e mi piacerebbe fosse appunto dello stesso materiale.
  • Complimenti, bravo, gran bel lavoro. E' una modifica che mi sono riproposta di fare, anzi riproposta di far fare a mio marito,
    Nuovamente bravo!
    Titta


  • al brikoman lo hanno il compensato nautico.
    La mia casa continuerà  a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere. 

    CHE GUEVARA
  • Piswiz, il metacrilato melaminico lo puoi far fare su misura alla Leroy Merlin ma i colori sono standard.
    Se vuoi ti do il numero del mio falegname che magari te lo può fare come vuoi tu.

    Brianza, andando al Bricoman di Segrate mi sono invece reso conto che hanno tanto legno ma di bassissima qualità.
    Nella scelta del legno mi sono lasciato guidare da chi ne sa di più e non da dove lo avrei trovato da solo.
    tavole scheggiate, piene di nodi, con rigonfiamenti, bucate, tagliate male, questo è quello che si trova.
    Diverso è se vuoi un listellare della Pircher che trovi un po’ ovunque impacchettato, ma sul multistrado, sia al bricoman che alla Leroy hanno veramente l’ultima scelta.

  • e grazie per avermi sistemato le foto.

  • Misterpixel ha detto:
    Piswiz, il metacrilato melaminico lo puoi far fare su misura alla Leroy Merlin ma i colori sono standard.
    Se vuoi ti do il numero del mio falegname che magari te lo può fare come vuoi tu.
    Ok, grazie!
    Prima faccio le foto del blocco cucina, così da rendere l'idea del colore e poi ti ricontatto in privato.
    Anche se purtroppo da lunedì torniamo "arancioni" e quindi la cosa credo slitterà a dopo Pasqua...
  • Ma tu di dove sei?

  • Misterpixel ha detto:
    Ma tu di dove sei?
    Meda (MB)
  • Bravo Misterpixel! Una cosa che mi ripropongo di fare col prossimo camper è priorio quella di personalizzarlo e adattarlo alle nostre esigenze (chissà che così non riesca a tenermelo un po')
    Chausson Titanium 720
  • Piswiz ha detto:
    Misterpixel ha detto:
    Ma tu di dove sei?
    Meda (MB)

    I due falegnami di cui mi avvalgo sono uno di Bernareggio (un più professionale) ed uno di Ronco Briantino (un po’ meno professionale) ma lavora bene. 

Lascia un Commento

GrassettoCorsivoCancellatoElenco ordinatoElenco non ordinato
Emoji
Immagine
Allineamento a sinistraAllineamento al centroAllineamento a destraPassa alla visualizzazione HTMLPassa alla visualizzazione pagina interaAccendere/spegnere le luci
Spostare immagine/file