GREEN PASS europeo. Cosa ne pensate?

L'Europa ha proposto il Green Pass Covid  ossia una specie di certificazione dell'avvenuta vaccinazione e del contestuale tampone negativo eseguito alle varie frontiere.
Tutto ciò per permettere nuovamente la possibilità di passaggio tra le varie nazioni e finalmente evitare le varie quarantene imposte sino ad ora.
Sarà un documento unico, comune a tutti gli stati. ( finalmente qualcosa di unitario! ) I certificati prenderanno il via questa estate, quando si pensa che almeno la maggior parte della popolazione sarà vaccinata.
Il pass descriverà la data di vaccinazione, la marca di vaccino ricevuto, il paese dove è stato somministrato e le dosi ricevute, una o due.
Si attesta anche che il documento non sarà obbligatorio ma " servirà per facilitare gli spostamenti " . Questo documento sarà valido nell'ambito dell'unione europea e sarà dismesso quando la pandemia avrà fine.
I paesi del nord ma anche Grecia, Spagna, Regno Unito sono i principali fautori di questa richiesta. Cioè paesi in cui il turismo è parte preponderante del PIL interno. Naturalmente si dovrà continuare ad usare la mascherina nei luoghi chiusi e affollati, dove i 2 metri di distanziamento non sono possibili.
In Italia si sta facendo già un ulteriore passo avanti ovvero la prospettiva di fare accedere a palestre, bar e ristoranti chi è già stato vaccinato.
Sicuramente vedremo attraverso le vetrine dei locali,  noi con il naso schiacciato a spiare Ottantenni, Ultraooantenni, Estremamente Fragili, Fragili, caregiver, giornalisti panchinari, , giornalisti non panchinari, attricette da avanspettacolo commutate in opinioniste con labbra talmente gonfie che poco opinioniste possono essere, attori in un batter d' occhio tutti con patologie e diventati malati in un battito di ali. Ebbene, loro il Green Pass magari lo hanno già in tasca.
L'aria da noi è cambiata, il pugno duro di un uomo finalmente con le palle ora si avverte. Ma la corruzione è insita in noi, ci pregna il corpo e la mente.
Finalmente un governo non governo che ha si tanti elementi discutibili, ma tanti elementi validi per potere educare questo popolo meraviglioso ma purtroppo avvezzo all'aggiro della legge forse per sopravvivenza.

Io fragile cinquasetttenne non so quando avrò il passaporto. magari entro un anno. Ma quando sarà la volta di mio marito sano sessantenne? 
Mi sa che sarò una di quelli  con il naso schiacciato ( modo di dire, non me ne frega niente dei vips ) 
Mi sa che però sarò una di quelle che sarà costretta a svendere il mio bel camperino. MISTERPIXEL lo sta facendo per sondare il terreno, io mi sento talmente svuotata dentro che lo farò davvero. Vivere tutti i giorni le ingiustizie di tali persone mi sta affaticando troppo la mente e il fisico.

Nonna Titta


Commenti

  • Vorrà dire che mi farò anche quest'anno le vacanze in Italia, per fortuna abbiamo tante bellezze. E se non si potrà andare al ristorante mangeremo nel camper. Sinceramente, da metà aprile, quando finirò i miei impegni, non vedo nulla che mi possa impedire dal girare col mio bel camper nuovo, ma in questo forum non si può dire, quindi lo farò senza troppa pubblicità. Buona vita a tutti!
    Chausson Titanium 720
  • Da Lombardo credo che con l'informatica che ci troviamo lo vedrò quando mi chiuderanno in una RSA, termine che ormai tutti abbiamo imparato a conoscere.
    Ricordo quando introdussero la carta d'identità elettronica, se vi raccontassi gli aneddoti legati alla mia ci sarebbe da ridere, altro che gli indovinelli di Gianduia.
    Ah, già, per avere il pass occorrerà essere prima vaccinati e la vedo dura con quegli imbecilli che governano la regione.

    Ovvio che Spagna e Regno Unito spingano per averlo.
    Una stima recentissima parla di un milione di inglesi che hanno casa in Spagna.
    Solo una minima parte è stata così previdente da chiedere la residenza prima della Brexit e ora è burocraticamente quasi impossibile ottenerla.
    In ogni caso, visto che in un paese Schengen non potranno passare più di 90 giorni ogni 180, stanno orientandosi verso la Croazia.
    Quanto al turismo verso Inghilterra esso è legato non tanto ai camperisti o ai B&B ma ai "viaggi studio", in ogni caso parliamo di qualche decina di migliaia di ragazzi, non certo in grado di mettere in crisi la loro economia.
    Pensate che senza batter ciglio hanno rinunciato alle presenze legate al programma Erasmus.

    Ovvio che anche la Grecia auspichi il pass, è la meta preferita da moltissimi nord europei.

    A noi non interessa, noi lasciamo che i francesi vengono a pranzare a Ventimiglia piuttosto che a Sanremo senza che a nessuno venga in mente di ricacciarli indietro.

    @Federica72: Non sono molto d'accordo con te, ho capito che non vedi l'ora di collaudare il nuovo camper ma a impedire di girare dovrebbe bastare il buon senso. Il Green pass dovrebbe valere in tutta la comunità e non solo se attraversi una frontiera.





    Raffaele
  • quale pugnoduro? quello di Draghi? :-D
  • Io sarei d'accordo, se mi permettessero di vaccinarmi ...

Lascia un Commento

GrassettoCorsivoCancellatoElenco ordinatoElenco non ordinato
Emoji
Immagine
Allineamento a sinistraAllineamento al centroAllineamento a destraPassa alla visualizzazione HTMLPassa alla visualizzazione pagina interaAccendere/spegnere le luci
Spostare immagine/file