limitazioni alla circolazione

ciao a tutti
ieri trovandomi con colleghi camperisti  mi hanno fatto notare che i nostri  camper diesel euro 1 2  in teoria non possono piu circolare .
oggi ho cercato qua e là
è vero in effetti gli euro1 2 non possono circolare in certe città.
questo è un problema !
che si fa?
dobbiamo cambiarli?

saluti
«1

Commenti

  • Il mio amico camperista ha un Elnagh Euro zero.
    Questa estate è stato a Praga con me, poi ha continuato per Cracovia, Varsavia, Amburgo e poi è sceso attraversando Germania e Austria.
    Accaduto nulla.
    Lui, come me, non entra in alcuna città.
    Lui è molto ricco, è un affermato e famoso medico.
    Ma gli frega nulla di avere un camper diverso da quello che ha.
    Ci piace cercare aree attrezzate o campeggi in paesini e poi con i mezzi pubblici attraversare le zone rurali e le povere periferie delle città per visitarle.
    Nemmeno se avessi un mezzo euro 10 entrerei in città perdendomi la visione della vita della gente comune.
    Se invece abiti in città, farai in modo di lasciarlo fuori se le restrizioni riguardano anche te.
    Arriverà però un giorno in cui non potremo più circolare coi mezzi a gasolio ed i nostri camper nn sono mezzi commerciali con cui trasportano merci.
    Ci obbligheranno a cambiarli o svenderli.
    E quel giorno ci penserò.


  • Bella domanda.
    Dipende da dove abiti e dove vuoi andare.
    Blocchi ce ne sono da anni, anche nella nostra ridente e allagata Lombardia.
    Che poi qualcuno li rispetti e qualcun'altro li faccia rispettare è un altro conto.

    Purtroppo molte regole sono state delegate alle regioni (se non ai comuni).
    Ce ne sono alcune in cui, con l'escamotage del "car sharing" puoi circolare se siete in tre a bordo.
    Anche se è assurdo, il car sharing è una cosa, una famiglia in camper un altra.
    Altre non sanno nemmeno cosa sia.
    Con la mia ibrida in Emilia Romagna avrei qualche esenzione o sconto sulla tassa di possesso.
    In Lombardia, almeno quando l'ho comprata io, no.

    Poi i comuni. Un esempio ?
    A Bologna, previa registrazione e ottenimento di un permesso cartaceo, posso entrare nella ZTL.
    Potendoci capitare per lavoro, ho provveduto a inviare la documentazione richiesta per il permesso.
    Peccato che neanche ti dicano se la cosa è andata a buon fine.
    Anzi, devi andare a ritirarlo in Comune che, ovviamente, è dentro la ZTL.
    Ma come ? Io che vengo da un'altra egione devo entrare nella ZTL per ritirare il permesso di ingresso cui ho diritto ?
    Però il commune di Bologna ha efficentissime telecamere che ti immortalano se solo ci entri. Provato sul mio portafogli.

    In tutto il nord Europa le telecamere servono non solo per multarti ma anche per farti pagare quanto devi.
    Sono appena tornato dalla Norvegia, prima di partire ho registrato la targa.
    Per evitare incomprensioni sulla classe ambientale ed essere sicuro di pagare "il giusto" ti invitano a farlo anche sul sito della loro società di riscossione.
    Mandi copia del libretto di circolazione, in un giorno al massimo ti arriva conferma dell'avvenuta registrazione.
    Esperienze precedenti confermano che le fatturazioni sono precise al minuto e al centesimo di corona e di euro.
    Così difficile ?

    Viaggiando abbastanza all'estero, uno dei motivi che mi ha spinto a cambiare camper è stato che il mio che pur era già Euro4 in certi posti non avrebbe più potuto entrare.
    Ho anche pubblicato degli aggiornamenti ma sembra che la cosa non interessi chi frequenta il forum.

    Quanto al futuro, per ora di parla di nuove immatricolazioni.
    Provvedimenti che già ci sono, mi risulta che non si possano più immatricolare veicoli che non siano Euro6.
    Poi, al 99% si avranno esenzioni per trasporto pesante e pubblico.

    E quanto al tuo amico forse ad Amburgo gli è andata bene, meno gli sarebbe forse andata a Berlino, Monaco, Stoccarda e Düsseldorf.
    80€ a pattuglia della polizei.
    E se incappi in un controllo telecamerizzato nella terra della regina altro che 80€.






    Raffaele
  • Personalmente penso che se uno ha le possibilità un camper euro 0 dovrebbe proprio rottamarlo, capisco esserci affezionati, i ricordi e tutto il resto, ma un minimo di coscienza ambientale bisognerebbe averla. Girare con mezzi così vecchi, diesel, anche se tenuti benissimo, tagliandati ecc, significa pur sempre emettere fumi e odori di cui il pianeta non avrebbe bisogno. E per favore non rifugiamoci nel benaltrismo imperante per cui ben altri sono i problemi dell'inquinamento, se ognuno comincia nel suo piccolo con i suoi comportamenti, magari qualche passettino in avanti riusciamo a farlo.
    Poi se i soldi non ci sono vabbè, nessun vuole togliere il piacere del vr a nessuno, che ci girasse pure, ma se ci sono, e anche molti a quanto leggo, mi viene spontaneo criticare.
    Senza polemica eh.
  • Groeningen, sposo al 110% quanto hai detto.
    Il problema e' che da noi nessuno controlla.
    E ci sara' sempre chi dice che le pollution e congestion tax all'estero siano per far cassa.


    Raffaele
  • Va bene cambiarlo se avessi almeno 20 anni in meno
    Ma alla soglia dei 70  ?
  • modificato 20 settembre
    Cambiato a 67.
    Lo spirito e' cio' che conta.
    Due settimane fa, a 68 appena scoccati, sono tornato da quasi 12.000 chilometri su e giu' per la Norvegia.

    Quando non ce la faro' piu' e ci sono vicino, lo vendero' e mi aggreghero' a qualche "gruppo vacanze Piemonte" che col giusto tour operator non sono poi cosi' male.
    Peru' e Giappone non li ho ancora visti e non c'e' solo il camper.

    Raffaele
  • Si Groningen il tuo ragionamento non fa una grinza.
    Tuttavia come scrivo spesso, non c'è un modo più giusto o meno sbagliato per fare questo o quello.
    Ognuno spende il proprio denaro come meglio crede assumendosene la relativa responsabilità.
    Se ne facessimo un discorso puramente ecologista dovremmo dismettere tutti l'idrocarburo.
    Ma sappiamo bene che oggi non è possibile e quindi ognuno fa un po' quello che vuole.

  • MTRAVEL, sono stato a Berlino 2 estati fa con il mio Euro2. Avevo una mappa sul tablet con le zone "green" nelle quali si poteva entrare solo con Euro6B e quindi stavo alla larga rimanendo in periferia.
    Tra un paio di anni probabilmente lo cambierò ma non potrò permettermi un mezzo nuovo, ripiegherò su qualche vr di 10 anni e credo che non sarà più di euro5...
  • Casadipi ha detto:
    MTRAVEL, sono stato a Berlino 2 estati fa con il mio Euro2. Avevo una mappa sul tablet con le zone "green" nelle quali si poteva entrare solo con Euro6B e quindi stavo alla larga rimanendo in periferia.
    Da quanto mi risulta, a Berlino così come in tutte le altre zone dove è prevista la "Umwelt Plakette" gli autocaravan fino a 35 quintali possono entrare se almeno Euro4.
    L'adesivo verde include i veicoli da Euro4 in su.
    Probabilmente ti riferisci alla ristretta zona NOx della città ma in questo caso stiamo parlando di una zona centralissima (in qualche modo paragonabile alla ULEZ di Londra).
    Comunque il trasporto pubblico a Berlino è talmente capillare ed efficiente che ritengo assurdo voler arrivare in centro.
    Certo che se si vuole fare un selfie con tanto di camper davanti alla Porta di Brandeburgo...

    Raffaele
  • Misterpixel ha detto:
    Ma sappiamo bene che oggi non è possibile e quindi ognuno fa un po' quello che vuole.

    Ma è proprio qui che (non) casca l'asino.
    Ognuno può decidere di fare come vuole.
    Nessuno controlla, la polizia locale se ne sta comoda al calduccio invece di presidiare e sanzionare.
    Il centro pedonale della cittadina dove abito è vietato a biciclette e monopattini, all'inizio, per farsi belli fioccavano le multe.
    Ora girano quelle e quelli elettrici e i ghisa dove sono ?
    La polizia anche peggio, l'altro giorno ho visto due auto taroccate che più di così non si può. Da sequestro immediato.
    Seguite da un'auto della pula, dico, un controllino non sarebbe il caso di farlo ?

    Nessuno paga le multe, ci vorrebbe tanto a trattenere il quinto dello stipendio ?
    Se ti beccano per eccesso di velocità, alla guida è sempre la nonna.
    Hanno messo in piedi il tutor. Mi domando se sia acceso o solo un avvertimento per qualche tamarro targato Ticino.
    O a qualche nostrano proprietario di Cayenne. Magari se come in Finlandia le multe fossero in base al reddito...

    Non parliamo poi dei camperisti, mi fermo dove mi pare perché il mio e M1.
    Anche se autocaravan è diverso da autovettura.
    Scarico nei tombini perché l'area attrezzata più vicina è a qualche chilometro. E là lo scarico costa qualche euro.
    E se lo trovo lo lascio che fa schifo. Tanto è vero che molte aree di servizio sulle autostrade hanno chiuso i camper service.
    Buon esempio è Saronno, avevano approntato un ottimo punto di smaltimento gratuito, solo l'acqua era a pagamento, a memoria 20 centesimi.
    Credo sia stato chiuso o stia per esserlo.

    Siamo diventati una società marcia e cafona in cui ognuno fa come gli pare.
    E nessuno paga, non come all'estero.
    Come esempio, su questo sito trovate le sanzioni applicate a Londra in caso di violazione della loro zona a basse emissioni (LEZ):
    https://tfl.gov.uk/modes/driving/low-emission-zone/penalty-charges
    È sufficiente una telecamera, la tecnologia esiste, basta volerla utilizzare.
    Sempre in UK, ci sono migliaia di parcheggi con disco orario e cartello "no return".
    Significa che non potete andarvene e tornare dopo aver fatto il giro dell'isolato.
    Garantito i bobbies girano, verificano il primo arrivo e un'ora dopo ripassano e la multa arriva corredata da fotografie con le quali vi hanno immortalato nel primo e nel secondo controllo.




    Raffaele


  • Se ti beccano per eccesso di velocità, alla guida è sempre la nonna.


    A me dalla Germania è arrivata una multa per eccesso di velocità, c'era la foto della targa e c'era la foto della mia faccia con tanto di Ray Ban e barbetta in primo piano  B) Difficile dirgli che guidava la nonna, al massimo mio fratello, se non fossi figlio unico   :/
    Stessa cosa capitata a mia figlia a maggio, scesa in Italia da Olanda dove vive per tre settimane di ferie, al ritorno già aveva a casa la multa teTesca con primo piano della sua faccetta.
    Chissà, forse nello stesso posto, ma non ho verificato, chemmefrega in fondo, tanto pagare abbiamo pagato :/

  • groningen ha detto:


    Se ti beccano per eccesso di velocità, alla guida è sempre la nonna.


    A me dalla Germania è arrivata una multa ...
    ...Difficile dirgli che guidava la nonna...

    Parlavo di Italia, si sa che da noi sono tutte andate a scuola guida con Maria Teresa De Filippis.
    Tua figlia invece stava emulando il brufoloso che beve la bibita che mette le ali e l'hanno fotografata perché non aveva le treccine bionde.

    A proposito di Germania, nella zona a sud di Dresda ormai hanno sostituito i cartelli di inizio paese con degli autovelox.
    Chissà perché a nord di Dresda spariscono, sarà questione di Länder ?




    Raffaele
  • mtravel ha detto:
    groningen ha detto:


    Se ti beccano per eccesso di velocità, alla guida è sempre la nonna.


    A me dalla Germania è arrivata una multa ...
    ...Difficile dirgli che guidava la nonna...

    Parlavo di Italia, si sa che da noi sono tutte andate a scuola guida con Maria Teresa De Filippis.
    Tua figlia invece stava emulando il brufoloso che beve la bibita che mette le ali e l'hanno fotografata perché non aveva le treccine bionde.

    A proposito di Germania, nella zona a sud di Dresda ormai hanno sostituito i cartelli di inizio paese con degli autovelox.
    Chissà perché a nord di Dresda spariscono, sarà questione di Länder ?



     Ma si certo, chiaro che da noi è differente, era solo per sottolineare che piano piano i sistemi per sgamare li trovano tutti, prima o poi arriveranno anche qua, tra l'altro insieme alla multa con foto era allegata richiesta di conferma che alla guida ero io, cioè intestatario della targa, al fine di controllare se fossi presente nel loro database per eventuali sanzioni accessorie in caso di recidiva. Ci siamo scritti a lungo io e fraulein Comesichiamava, quasi quasi nasceva una amicizia  =) . Non so dirti riguardo ai Lander, in verità la Germania la faccio tante volte per andare a Rotterdam ma solo autostrade, è un paese che non mi piace proprio, le poche volte che sono uscito è stato per fermarmi al Sachsenring per il motomondiale, e una volta a Brema per dormire quando andavo in Danimarca. Stop.Poi mi dicono che ha molte cose belle da vedere, ma non mi attira lo stesso. Ciao
  • So che non ti convincero' ma ti devo contraddire.
    La Germania e' un paese bellissimo, con una storia che il 90% d'Europa si sogna e una grande civilta'.
    Un paese trentanni fa ne ha assorbito un altro.
    Qualche frizione, non tutto e' ancora a posto ma ragazzi...
    Investimenti di triliardi e deficit/pil del 70%.

    Pensa solo al paese confinante con quello delle tue figlie che dopo duecento anni presenta ancora frizioni insanabili tra la comunita' fiammimga (leggi olandese) e quella vallona (leggi francese).

    p.s. noi nel pil ci mettiamo anche quello di prostitute e mafia.


    Raffaele
  • mtravel ha detto:

    p.s. noi nel pil ci mettiamo anche quello di prostitute e mafia.

    Ahahaha, embè, sono le nostre migliori risorse eh, anzi erano, stiamo perdendo anche quelle a favore delle nuove mafie emergenti in arrivo sull'accogliente suolo italico da tutto il mondo, quanto alla prostituzione non è più cosa nostra da un pezzo ormai  :#
    Si scherza eh, si ride per non piangere, diciamo 
    Quanto alla Germania è  sicuramente come dici tu, tantissimi me ne parlano negli stessi termini, ma è proprio una antipatia a pelle per questo paese che mi frena.
    Anzi, mi sa che non ci passerò nemmeno più per un pò visto che adesso sono nel loro database per eccesso di velocità, quindi Basel poi Francia, Luxemburg, Belgio e Netherlands, è anche più corta alla fine, e il pieno in Luxemburg compensa alla grande quel po' di autostrada a pagamento in Francia. 
    Ciao
  • Vedo che la discussione sta uscendo dal discorso di origine 
    Ciao a tutti
  • en35 ha detto:
    Vedo che la discussione sta uscendo dal discorso di origine 
    Ciao a tutti

    qui è normale; tra un paio di giorni inizieremo a parlare di cibo e vino =)
  • Che brutta pagina. Smettetela

  • Per farvi capire come funziona all'estero dove, come ad esempio Norvegia e Svezia, invece di imporre divieti disincentivano l'uso del veicolo facendo pagare una tassa.
    Stamane mi è arrivata la fattura per un passaggio a Stoccolma, colpa mia che pensavo che la zona soggetta a controllo iniziasse al semaforo successivo e ci sono incappato.
    Somma da pagare: 22.00 SEK che, alla data di consuntivazione sono stati tramutati negli equivalenti €2.17.
    Però il mio è Euro6, non so e non ho voglia di cercare se l'importo varia con le categorie, quel che so è che la massima tassa giornaliera è di 135 SEK che per uno svedese non è poco ma per noi...

    La stessa cosa capita a Goteborg (provata anche questa ma nel 2017) e in buona parte delle grandi città norvegesi.
    Importi minimi ma applicati con serietà, precisione e continuità.

    p.s. E non è per far cassa, nazioni come la Norvegia non ne hanno bisogno.
    Non so se la cosa sia poi stata approvata ma un paio di anni fa per penalizzare gli "sboroni" stavano pensando di applicare una tassa alle auto elettriche di lusso ormai diventate di moda. Tant'è che scherzosamente la chiamavano "Tesla tax".




    Raffaele
  • cioè, praticamente chi ha soldi può inquinare tranquillamente e chi ne ha pochi deve spenderne tanti altri per un mezzo nuovo oppure dismettere il mezzo.
  • modificato 23 settembre
    Mettila come ti pare ma è così che funziona all'estero.
    Si distingue forse il Regno Unito dove certe gabelle di ingresso  rasentano l'incredibile.
    Non ho voglia di rimettermi a cercare ma ricordo cifre dell'ordine delle 100 sterline al giorno per entrare nella LEZ.
    Però da un po' di tempo, in certi posti se non hai un Euro6 non entri nemmeno se hai i soldi di Ronaldo.

    Incentivi alla rottamazione i nostri ultimi governi ne hanno approvati a iosa.
    Ma possedere un camper non è una prescrizione del medico.
    Ci mancherebbero solo quelli per i camper che, rimettila come ti pare, restano un bene voluttuario.
    Perché altrimenti ci sarebbe chi chiede incentivi per la rottamazione dello yacht.
    Sorry ma io la penso così.

    p.s. A proposito di barche, nei paesi nordici si vedono marine con centinaia se non migliaia di natanti.
    Medi, grandi ma anche piccoli che anche l'impiegato medio si può permettere.
    Cosa che da noi è insostenibile per tasse e costi di ormeggio. E si che, dicono, abbiamo 8.000 chilometri di coste.

    Raffaele
  • mio figlio che ora abita ad Amsterdam ha rottamato la sua fiesta euro4  per portarla li doveva pagare 300€ al mese, ora va in bici.
    La mia casa continuerà  a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere. 

    CHE GUEVARA
  • Beh Casadipi, però se ci pensi anche in Italia se vuoi continuare ad inquinare puoi pagare semplicemente un balzello in più.
    Prima di cambiare la mia attuale Toyota D4D Euro 3, il mio meccanico mi ha spiegato che installando un rilevatore gps del canone annuo di 50 euro avrei potuto viaggiare per 7500km all'anno nelle zone a traffico limitato vietate alle auto più inquinanti qui in Lombardia.
    Il mio vicino di casa lo ha installato e vale anche sui camper mi ha spiegato il meccanico.
    Diciamo che pagando si può avere tutto, NoX e Co2 compresi.

    Il camper che piaccia o meno non è un bene di primaria necessità, trovo assolutamente coerente trattarlo come un bene di lusso, per quanto noi camperisti sappiamo non esserlo.
    Il solo averlo però dimostra al fisco e quindi allo stato che ti puoi permettere di investire parte del tuo reddito nel divertimento e quindi se vuoi divertirti paghi, è un po' come la seconda casa.
    Questa è una delle ragioni per cui, pur avendo del denaro da parte, non lo spendo per cambiare camper, in questa situazione così ambigua preferisco farlo durare e, un domani, se il mantenerlo diventerà troppo oneroso venderlo o svenderlo cambiando tipologia di vacanza.
    Ciò che non voglio è vivere al di sopra delle mie possibilità per avere un camper e ripeto, oggi potrei comprarmi un mezzo nuovo di fascia medio alta, ma non avrebbe alcun senso logico questo gesto.
    Il camper come l'auto non è un investimento, si deprezza ogni anno ed in questo contesto ci potremmo trovare tra pochi anni con mezzi euro 6 inutilizzabili perchè anche se euro 6, inquinanti.

    questa guerra vera e propria contro gli idrocarburi (che il mio datore di lavoro vende in tutto il mondo), porterà a ridurre sempre più l'utilizzo di mezzi a gasolio per uso ludico.
    le auto le cambi con incentivi perchè servono al cittadino e trainano il settore automotive, i camion restano perchè il trasorto merci su ruota è ancora essenziale, i camper....che sono i camper? il politicante di turno ti dirà "bello mio, se hai il camper puoi andare anche in hotel".

    Inutile anche dire che viaggiare in camper sia un metodo di spostamento molto vecchio, l'energia che si consuma per spostare 4 persone è immensa.
     
    L'Italia poi, paese di pecoroni, farà quello che l'Europa dei pochi decide, solo che noi totalmente incapaci di fare piani energetici pluriennali:
    non costruiamo centrali eoliche per non deturpare l'ambiente
    non costruiamo centrali fotovoltaiche per non deturpare l'ambiente, le facciamo a Pozzo D'Adda ma non nel Centro della Sardegna o della Sicilia
    chiudiamo le centrali idroelettriche
    siamo contrari al nucleare
    e poi compriamo energia elettrica prodotta con l'uranio dalla Francia, la quale un giorno potrebbe anche decidere di alzare i prezzi o chiudere i rubinetti.








     
  • Ragazzi, ho trovato la soluzione!!!!


  • Il camper dei Flintstones!!!  =)
    Chausson Titanium 720
  • Ho letto che lo esporranno a Novegro.
    Meccanica Ford T, semidinette e living con sdraio della nonna di Tex Willer e credenza con cassettoni della mia.

    Raffaele
  • Ma i mezzi storici in molte cittâ o aree ztl sono autorizzati....si puo rendere storico un camper @ il mio fa 30 anni in questi giorni....
  • dagoberth ha detto:
    Ma i mezzi storici in molte cittâ o aree ztl sono autorizzati....si puo rendere storico un camper @ il mio fa 30 anni in questi giorni....
    io ho 3 camper tutti ben oltre i 30 anni li ho fatti storici ma sinceramente serve ad un beato nulla sul piano pratico, unica cosa hai dei vantaggi sulla valutazione in caso tu abbia un incidente con ragione per il resto nulla di nulla, ma a me piace avere il certificato di storicità, andare in città con un camper penso sia fattibile ma non proprio pratico o forse anche un tantino demenziale, io personalmente parcheggio fuori e poi ci vado con lo scooter oppure mezzi pubblici, andare in ztl? ma per andare dove? per farci cosa? no il camper di suo è un mezzo ben poco adatto a certe zone. Nei paesini ci sono sempre andato e sinceramente non ho mai capito se si può o non si può ho incontrato più di una volta i Vigili i Carabinieri alle volte gli ho pure chiesto informazioni e nessuno mi ha mai detto nulla, anche se poi sinceramente nelle zone più interne ci sono finito quasi sempre per sbaglio e mai per intenzioni di parcheggiare, come sempre le zone migliori per il camper sono quelle più esterne e defilate, poi o vai di camminata oppure in bicicletta o come faccio io quasi sempre con lo scooter, oramai ci ho preso la mano e in 3 minuti lo scarico e 5 lo carico, lo scooter è esterno, se devo dire un altra cosa mai più un mezzo con garage e lo scooter all'interno, 
  • .......Come faccio io quasi sempre con lo scooter, oramai ci ho preso la mano e in 3 minuti lo scarico e 5 lo carico, lo scooter è esterno, se devo dire un altra cosa mai più un mezzo con garage e lo scooter all'interno, 
    Ciao, ti posso chiedere come mai non vorresti più lo scooter interno al garage? Hai avuto qualche problema particolare che ti ha creato lo scooter dentro? Grazie, ciao
  • modificato 12 novembre
    puoi fare quello che vuoi ma puzza sempre, è inutile che la girano un mezzo a motore deve stare fuori, io non ho avuto nessun problema solo che puzza, che sia a carburatore o a iniezione puzza sempre, un tempo mettevo il fuoribordo dentro e puzzava pure lui, il cosidetto garage non è mai ermetico totalmente e basta poco per sentire puzza di olio di benzina di gomma degli pneumatici, io almeno la penso così, e tutti quelli che conosco che hanno il garage devono aspettare chi il motore sia freddo altrimenti puzza di più hanno sempre sto profumino di mezzo meccanico che sinceramente me lo sorbisco gia tutto l'anno e non mi va in vacanza, poi ci sarà sempre chi dirà nulla di meglio del garage si tappano il naso e via, a me non va

Lascia un Commento

GrassettoCorsivoCancellatoElenco ordinatoElenco non ordinato
Emoji
Immagine
Allineamento a sinistraAllineamento al centroAllineamento a destraPassa alla visualizzazione HTMLPassa alla visualizzazione pagina interaAccendere/spegnere le luci
Spostare immagine/file