ricostruzione lavello del bagno

modificato 11 gennaio in Fai da Te
buongiorno
in seguito ad una crepa che mi si è formata anni fa nel lavandino del camper mi sono deciso a sostituirlo; informatomi alla CI tramite Brianza ho evitato poi di ordinarlo, per costi spropositati su un pezzo di plastica con un buco.
Ho cercato quindi alternative in rete trovando l'azienda di Segrate Osculati che produce e commercializza prodotti per barche tra cui frigoriferi, lavandini, miscelatori, parti di motore ecc ecc ecc.
Trovato sul loro sito un lavello da 35x35 profondo 18 in acciaio inox, molto più grande del precedente, ma giusto per le dimensione del piano se sagomato a misura con seghetto alternativo.
E così spendendo poco meno della metà di quanto mi sarebbe costato l'originale di plastica mi sono portato a casa lavello, piletta di scarico e tappo.
I lavori sono iniziati, il camper sembra una segheria in questo momento, tuttavia come già fatto per il tavolo, procedendo per gradi i lavori vanno avanti.
Al momento ho creato "il buco" per l'incasso del lavandino, stasera con levigatrice orbitale levigherò il vecchio top anche nei bordi lasciando il legno vivo sul quale stenderò due mani di vetrificatore parquet per proteggerlo dall'umidita.
Il nuovo top, già tagliato a misura e perfettamente levigato anche sui bordi, sarà in lamellare di faggio e gli darò solo vernici trasparenti in modo da mantenere la rosea e naturale colorazione dell'essenza per poi incollarlo con vinilica sul vecchio top.
Posterò le foto a mano a mano che le farò.
Salvo casini dovrei mantenere il miscelatore originale.


Commenti

  • seguo con interesse.. uno degli interventi che prima o poi vorrei fare è proprio quello di sostituire il lavandino del bagno e rifare anche il top che non mi piace granchè... 
    Rapidò 890F

    La vita inizia dove finisce la tua comfort zone....
    https://www.flickr.com/photos/goose80/
  • Bravo, buon lavoro, documenta per favore
    Chausson Titanium 720
  • Ciao,
    ho provveduto anch'io al parziale rifacimento del lavello, mi si era sfondato dove è fissato il rubinetto: l'ho smontato, ho messo della colla bicomponente per plastica della 3M sotto e parzialmente sopra, ho carteggiato e riverniciato, anche se non estremamente convinto della colorazione.
    L'ho fatto l'anno scorso e per adesso il lavoro tiene: avevo chiesto anch'io per un lavello nuovo, ma anche nel mio caso mi sarebbe costato meno tenere il lavandino rotto e cambiare Camper.. :)
    Buon lavoro
    Paolo
  • Il precedente proprietario aveva fatto un lavoro simile ma male, nel senso che aveva fatto il lavoro da dentro senza carteggiare nulla e lasciando li la colla giallastra in bella vista che faceva da vedersi abbastanza schifo. la scorsa estate poi da quella crepa incollata, mi scendeva un goccia. Da qui la decisione di sostituirlo. Dopo aver visto quanto costa l'originale, sono andato in una azienda di stampaggio materie plastiche, il proprietario abita al mio paese e lo conosco di vista. gli portai il lavello e gli chiesi quanto sarebbe costato rifarlo uguale. Mi rispose che tra materiale, fusione, levigatura, veniva fuori una trentina di euro e volendo me lo avrebbe fatto di qualunque colore lo desiderassi, pure effetto pietra, o rosso, o trasparente, circa un settimo del lavello comprato da Cusmai ed ordinato alla CI. E me lo avrebbe fatto più spesso nei punti soggetti a tensione, con il tappo come quello delle cucine che rimane li anche quanto aperto, con o senza il troppo pieno, pure a doppia parete se lo volevo!
    Mi stavo quasi convincendo, poi in rete ho visto un sacco di gente che se lo è rifatto in acciaio e mi ha ingolosito il loro risultato.
    E così ora che non uso il mezzo, ci sto lavorando.

  • L'attività della prossima notte sarà la levigatura dei bordi tagliati, la pulizia del bagno con rimozione di tutta segatura, l'applicazione di fondo vetrificante parquet trasparente.



  • Ciao,
    di certo in acciaio è un bel colpo d'occhio. Se il lavoro dovesse cedere opterò anch'io per una cosa radicale..non so come e con che materiale, anche perchè non ho gli attrezzi che stai usando, devo arrangiarmi con quello che ho.
    Paolo
  • domanda: ma non hai valutato di rimuovere il top e il lavoro farlo fuori dal camper senza dover fare tutto quel casino di segatura?
    Rapidò 890F

    La vita inizia dove finisce la tua comfort zone....
    https://www.flickr.com/photos/goose80/
  • modificato 12 gennaio
    No, non l'ho valutato per come è stato fissato il top ed avrei finito per rompere anche le parti verticali a vista.
    In secondo luogo, per me il pulire è il minore dei disturbi, avendo il camper in un capannone con corrente in cui posso starci h24 senza problemi, ci vado dopo cena e sto li a oltranza. poi quando esco attivo l'antifurto ed il servizio di sorveglianza da remoto.
    Questa libertà di movimento nel posto è determinata dal fatto che abbiamo affittato un capannone industriale dismesso e lo gestiamo noi pagando solo l'affitto. 

  • ok capito. io invece detesto pulire un casino così in un posto così angusto  ;)

    comoda la soluzione per il rimessaggio così.
    Rapidò 890F

    La vita inizia dove finisce la tua comfort zone....
    https://www.flickr.com/photos/goose80/
  • le pulizie del camper sono mie da sempre sia quando lo usiamo che quando è fermo, quindi non mi pesa.
    ove non metto le mani invece è tutto ciò che riguarda batterie, inverter, parallelatore, staccabatterie, centraline varie, non ci capisco niente, non so nemmeno a cosa servono i fusibili, mi piacciono solo perchè sono colorati.
    avendo avuto diversi camperologhi, riscontro però che ognuno che è venuto a farmi un lavoro dice che il precedente ha lavorato da cani.
    chissà il prossimo cosa dirà.


  • si anche a me toccano le pulizie... per quello evito di sporcarlo oltremodo se devo fare dei lavori  =)

    idem per quanto riguarda la parte elettrica... nonostante abbia fatto l'elettricista per 1 anno e mezzo da ragazzo, metto le mani solo sull'impianto di casa, quello del camper ha troppe cose che non conosco.


    Rapidò 890F

    La vita inizia dove finisce la tua comfort zone....
    https://www.flickr.com/photos/goose80/
  • Misterpixel ha detto:

    avendo avuto diversi camperologhi, riscontro però che ognuno che è venuto a farmi un lavoro dice che il precedente ha lavorato da cani.
    chissà il prossimo cosa dirà.
    :):+1: 
    proprio vero, la prima cosa che dicono per bullismo è sfanchiurlare l'altro..
    Io l'ho constatato con dei centri assistenza, ad uno ho risposto "ma io sono sempre venuto qui" :o...


  • non so, secondo me dovrebbero proteggersi a vicenda invece, in modo che poi si scambiano anche dei favori.
    questo modo di fare diffonde sfiducia nel consumatore ed a lungo andare non paga.
    i lavori proseguono, ieri sera ho incollato un supporto da tre cm in abete che starà sotto al nuovo top.
    mi serve questo supporto per compensare la maggiore altezza del lavello, se no non mi si incasserebbe fino in fondo.
    uso l'abete perchè costa meno, è più leggero e più lavorabile.
    questo supporto non si vedrà.





  • Buon lavoro :+1:
  • però l'abete è un legno che si "muove" molto forse era meglio un truciolato  il top un multistrato nautico visto l'uso.
    La mia casa continuerà  a viaggiare su due gambe e i miei sogni non avranno frontiere. 

    CHE GUEVARA
  • se ormai hai usato l'abete dagli una bella impegnata di acqua e vinavil e poi la vernice cosi rimane fermo e non si gonfia , 
  • impregnata 

Lascia un Commento

GrassettoCorsivoCancellatoElenco ordinatoElenco non ordinato
Emoji
Immagine
Allineamento a sinistraAllineamento al centroAllineamento a destraPassa alla visualizzazione HTMLPassa alla visualizzazione pagina interaAccendere/spegnere le luci
Spostare immagine/file